LA RICERCA

Gartner: l’85% dei governi rischia il flop digitale entro il 2023

Saranno le strategie per svecchiare le pubbliche amministrazioni a determinare il successo o il fallimento delle iniziative. La sfida sarà un approccio “total experience” che punta alla trasformazione dei servizi

18 Gen 2022

Giampiero Rossi

intelligenza-artificiale_579200824

Secondo Gartner, entro il 2023, almeno l’85% dei governi senza una total experience (TX) strategy non riuscirà a trasformare con successo i servizi governativi e prevede anche che entro il 2024 il 75% dei governi avrà almeno tre iniziative di hyperautomation (ovvero un mix di tecnologie per l’automazione e l’intelligenza artificiale) lanciate o avviate; questo è quanto si evince dal report “Predicts 2022: Governments Scaling Gains From Disruption”.

Un approccio total experience (TX) combina le discipline dell’esperienza utente (UX), del cittadino (CX), dei dipendenti (EX) e dell’esperienza multipla (MX) in un approccio olistico verso la progettazione e l’erogazione dei servizi.

Una strategia TX garantisce che le risorse nelle discipline CX, EX, UX e MX collaborino per scoprire nuove opportunità per una migliore fornitura di servizi che aumentino la soddisfazione dei cittadini e dei dipendenti e migliorino i risultati della missione del governo.

Per Gartner, infatti, i governi devono concentrarsi sulla scalabilità delle iniziative digitali attraverso l’hyperautomation e l’intelligenza decisionale; quelli che continueranno a concentrarsi separatamente sulle iniziative relative solo all’esperienza dei cittadini o dei dipendenti perderanno le sinergie essenziali per trasformare efficacemente i propri servizi.

Secondo Gartner i CIO governativi devono dare la priorità agli investimenti in capacità che possono essere sfruttate sia dai dipendenti sia dai cittadini, ad esempio, utilizzando le indicazioni che vengono da questi per identificare i punti deboli comuni.

I Cio devono concentrarsi sul supporto della “effortless experience” poiché le soluzioni digitali possono aiutare i dipendenti a essere più incentrati sui cittadini e a migliorare nel complesso la governance.

Gli investimenti nelle tecnologie emergenti offrono un’enorme opportunità per la trasformazione operativa del governo, tanto che Gartner prevede che, entro il 2024, almeno il 60% degli investimenti dei governi in intelligenza artificiale (Ai) e analisi dei dati avrà un impatto diretto sulle decisioni e sui risultati operativi.

Decisioni accurate e altamente contestualizzate stanno acquisendo sempre più importanza man mano che le economie globali si confrontano con complessità e incertezza senza precedenti.

La creazione di un “data fabric”, all’interno delle organizzazioni governative, acquisirà un’importanza vitale.

Il numero di scenari aziendali disponibili per un migliore processo decisionale aumenterà notevolmente grazie alla maggiore adozione di tecnologie come l’analisi aumentata, la simulazione e l’intelligenza artificiale.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

G
gartner

Approfondimenti

H
hyperautomation
U
user experience