Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

TRASPARENZA

PA digitale, Roma punta sulla trasparenza: più facile l’accesso ai dati

La Giunta capitolina approva il nuovo regolamento: consiglieri comunali e municipali potranno accedere al sistema di gestione documentale del Campidoglio. Per i cittadini posibilità di avere copie dei documenti tramite device digitali

09 Ago 2017

F.Me.

Facilitare l’accesso alle informazioni e garantire la massima trasparenza dell’azione amministrativa del Comune di Roma anche grazie agli strumenti digitali. Con questo obiettivo la Giunta capitolina ha approvato la proposta per un nuovo regolamento sull’accesso a informazioni, dati e documenti dell’amministrazione.

Il testo, che dopo l’estate sarà sottoposto per approvazione al voto dell’Assemblea capitolina, riconosce a tutti i consiglieri capitolini e municipali il diritto di avere accesso diretto al sistema informatico di gestione documentale di Roma Capitale. Questo permetterà un controllo più efficace su tutti gli atti dell’amministrazione e un pieno esercizio del mandato elettorale.

Un’ulteriore novità di rilievo sul fronte della trasparenza e della semplificazione riguarda l’introduzione della possibilità per i cittadini di effettuare in autonomia le copie dei documenti richiesti attraverso l’uso di apparati digitali, senza pagare i diritti di copia, evitando lo spreco di carta e alleggerendo allo stesso tempo il lavoro degli uffici.

“Per la prima volta proponiamo un regolamento unico per tutte le diverse modalità di accesso alla documentazione amministrativa garantite dal legislatore. Un traguardo raggiunto grazie al lavoro svolto in sinergia con i Consiglieri capitolini e municipali e in collaborazione con le strutture dell’Amministrazione per superare il precedente testo risalente a ben quattordici anni fa – dichiara l’assessora a Roma Semplice Flavia Marzano – In questo modo intendiamo rendere più facile per il cittadino conoscere ed esercitare i propri diritti: la trasparenza è tra i nostri obiettivi strategici e questo è un ulteriore passo in quella direzione”.