Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

PA DIGITALE

Parte in anticipo l’iscrizione a scuola. Online di rigore, ma non per le parificate

La procedura scatta da oggi e non dal 15 gennaio come in passato. Più tempo per organizzare i docenti. Ecco come fare

07 Gen 2019

Via da oggi alle iscrizioni online al nuovo anno scolastico: quest’anno partono in anticipo. Mentre le passate iscrizioni si erano svolte a partire dalla metà di gennaio, questa volta il Miur giocherà d’anticipo per far partire prima la macchina delle operazioni necessarie all’organizzazione dei docenti. Ci sarà tempo fino al 31 gennaio 2019 per effettuare la procedura.

L’iscrizione online è obbligatoria tranne che per l’asilo e le scuole paritarie, cui è lasciata facoltà di adesione alla procedura digitale. Le iscrizioni online riguardano anche i corsi di istruzione e formazione dei Centri di formazione professionale regionali nelle Regioni che hanno aderito.

Per effettuare l’iscrizione online le famiglie dovranno innanzitutto individuare la Scuola di interesse. Sarà disponibile, a questo scopo, il portale ‘Scuola in Chiaro’ che raccoglie i profili di tutti gli istituti italiani e consente di ricavare informazioni utili che vanno dall’organizzazione del curricolo, all’organizzazione oraria, agli esiti degli studenti e ai risultati a distanza (Università e mondo del lavoro).

Per l’iscrizione alla primaria i genitori esprimono le proprie opzioni rispetto alle possibili articolazioni dell’orario settimanale che può essere di 24, 27, fino a 30 ore oppure 40 ore (tempo pieno). Possono anche indicare, in subordine rispetto alla Scuola che costituisce la loro prima scelta, fino a un massimo di altre due scuole di proprio gradimento. Il sistema di iscrizioni on line comunica di aver inoltrato la domanda di iscrizione verso le scuole indicate come seconda o terza opzione nel caso in cui non vi sia disponibilità di posti nella Scuola di prima scelta.

Per la secondaria di I grado i genitori esprimono le opzioni rispetto alle possibili articolazioni dell’orario settimanale che può essere di 30 oppure 36 ore, elevabili fino a 40 (tempo prolungato), in presenza di servizi e strutture idonee. Per l’iscrizione alle prime classi a indirizzo musicale, i genitori devono barrare l’apposita casella del modulo di domanda di iscrizione on line. Le istituzioni scolastiche organizzeranno la prova orientativo-attitudinale in tempi utili per consentire ai genitori, nel caso di carenza di posti disponibili, di presentare una nuova istanza di iscrizione, eventualmente anche a un’altra Scuola.

Per l’iscrizione alla secondaria di II grado va espressa anche la scelta dell’indirizzo di studio, indicando anche l’eventuale opzione rispetto ai diversi indirizzi attivati dalla Scuola. Oltre alla Scuola di prima scelta è possibile indicare, in subordine, fino a un massimo di altre due scuole di proprio gradimento.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

I
iscrizioni
S
scuola