Patuano: "Nel 2015 forte aumento degli investimenti in Brasile" - CorCom

STRATEGIE

Patuano: “Nel 2015 forte aumento degli investimenti in Brasile”

In occasione dell’incontro con il governo carioca, l’Ad sottolinea: “I cicli economici non ci spaventano, crediamo nel Paese. Avanti tutta su banda larga mobile”. Al summit non si è parlato di consolidamento

30 Gen 2015

F.Me.

In Brasile come investitori di lungo periodo, senza farsi spaventare dai “cicli economici” e continuando a scommettere sul Paese. Cosi’ i vertici di Telecom, l’Ad Marco Patuano e il presidente Giuseppe Recchi, si sono voluti presentare al nuovo ministro delle comunicazioni brasiliano Ricardo Berzoini, il ministro dello sviluppo economico Armando de Queiroz Monteiro Neto e il presidente dell’Anatel Joao Batista de Rezende, durante una serie di incontri squisitamente istituzionali.

Come noto i vertici di Telecom, su mandato del cda, stanno svolgendo un’analisi per approfondire le ipotesi per crescere nel paese sudamericano, verificando anche se ci sono le condizioni per portare la controllata Tim a nozze con l’operatore locale Oi. Un’altra via, su cui ancor di più specula il mercato, è quella di un’offerta della stessa Oi, in cordata con Claro e Vivo, sulla controllata di Telecom. L’attenzione sul risiko delle tlc si è peraltro riaccesa nelle scorse settimane dopo che l’ assemblea di Portugal Telecom ha dato il via libera alla vendita degli asset portoghesi di Oi ad Altice.

Ma ”nella riunione non abbiamo parlato del consolidamento in Brasile” dice Patuano al termine dell’incontro con Berzoini. ”Continuiamo a scommettere sulla crescita nel Paese” ribadisce invece di prevedere nel 2015 “un’accelerazione degli investimenti nella banda larga mobile”. Il contesto macroeconomico non preoccupa perché ”per noi che siamo investitori di lungo periodo un solo ciclo economico com’ è quello che sta attraversando il Brasile, non è un problema”.

I manager sono arrivati mercoledì e torneranno in Italia oggi’. Per il presidente Recchi, in particolare, è stata la prima visita nel Paese e l’occasione per conoscere meglio il business della controllata sudamericana.
Al loro rientro settimana prossima, il 5 febbraio, riferiranno agli altri consiglieri facendo il punto sul business della controllata. Quello in agenda è un appuntamento in cui proseguirà l’analisi informale del piano industriale che sarà poi sul tavolo del board il 19 febbraio per l’approvazione formale.


Intanto il Consiglio dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha approvato lo schema di delibera di analisi dei mercati dell’accesso all’ingrosso alle rete fissa di Telecom Italia valido per il periodo 2014-2017. Due le strade possibili secondo Agcom, regole uniche su tutto il mercato nazionale oppure condizioni concorrenziali differenziate a seconda delle aree.