Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Per CA ricavi in crescita del 4% nel primo trimestre 2010

Swainson (Ceo di CA): ” I risultati sono la prova della capacità dell’azienda di espandere i ricavi al netto degli effetti del cambio”

24 Lug 2009

CA chiude in bellezza il primo trimestre 2010. Al netto delle
oscillazioni l’azienda specializzata nello sviluppo di software
per la gestione dell’IT fa registrare l’Eps  extra-Gaap in
crescita del 14%, con un aumento apparente del 5% mentre l’Eps
Gaap aumenta del 6% al netto delle variazioni sul cambio, pur
esibendo un valore apparentemente costante. In crescita del 4%
anche i ricavi al netto delle oscillazioni valutarie. Le ottime
capacità esecutive fanno salire di 3 punti il margine
operativo.

"I risultati del primo trimestre sono una prova evidente della
capacità di CA di espandere i ricavi al netto degli effetti del
cambio – ha dichiarato John Swainson, Ceo di CA -. Grazie
all'effetto traino degli introiti nord-americani e ai
miglioramenti nella struttura dei costi che ci hanno fruttato un
incremento di 3 punti percentuali nel margine operativo, siamo
riusciti a realizzare una crescita a doppia cifra nell'utile
extra-GAAP per azione non diluita al netto delle oscillazioni
valutarie". Nel presentare i dati
Swainson ha spiegato che l'avvento di nuove tecnologie come la
virtualizzazione e il cloud computing schiude nuove opportunità
per CA.

"Le aziende stanno cambiando il modo di vedere l'IT – ha
specificato -. CA si trova in una posizione davvero unica per far
sì che i clienti possano trarre il massimo dagli ambienti IT senza
rinunciare ad accogliere le nuove tecnologie emergenti in modo
efficiente, efficace e sicuro: nessun'altra società di
software per la gestione dell'IT è posizionata meglio di CA
per affrontare adeguatamente questa sfida".
Nel primo trimestre le spese complessive, al lordo di interessi e
imposte, sono state pari a 725 milioni di dollari – immutate al
netto delle oscillazioni valutarie e con un calo apparente del 7%.
Nel primo trimestre, l'utile operativo Gaap, al lordo di
interessi e imposte, è stato pari a 325 milioni di dollari, con un
aumento del 13% al netto della variazione dei cambi (+6% come
valore dichiarato). CA ha registrato un margine operativo Gaap del
31%, con un miglioramento di 3 punti percentuali rispetto allo
stesso periodo dell'esercizio precedente.

Su base extra-Gaap (escludendo oneri di ristrutturazione,
ammortamento di software e beni intangibili acquistati e altre
spese, utili e perdite sulla copertura dell'utile operativo
relativo a periodi futuri, ma includendo utile e perdite sulla
copertura dell'utile operativo che matura nel trimestre), nel
primo trimestre l'azienda ha dichiarato spese d'esercizio
per 688 milioni di dollari, con un valore costante al netto della
variazione dei cambi e con un calo apparente dell'8%.
L'utile operativo extra-Gaap, al lordo di interessi e imposte,
è stato di 362 milioni di dollari, con un aumento di 12% al netto
della variazione dei cambi (+6% come valore dichiarato). Nel primo
trimestre l'azienda ha registrato un margine operativo
extra-Gaap del 34%, con un miglioramento di 3 punti base rispetto
al primo trimestre dell'esercizio 2009.
Nel primo trimestre dell'esercizio 2010, CA ha dichiarato un
reddito operativo di 262 milioni di dollari, comprendente anche
un'operazione in contanti dal valore superiore a 100 milioni di
dollari. Anche il cash flow operativo è stato influenzato
positivamente da una riduzione degli esborsi e degli oneri di
ristrutturazione.

Al 30 giugno 2009, il saldo totale della liquidità, degli
equivalenti in moneta liquida e dei titoli negoziabili di CA era
pari a 2,979 miliardi di dollari. Con 1,919 miliardi di dollari di
indebitamento residuo, l'azienda presenta una posizione
finanziaria netta di 1,060 miliardi di dollari. La società è
autorizzata a riacquistare fino a quasi 250 milioni di dollari
delle proprie azioni ordinarie ai sensi del programma di riacquisto
azionario già annunciato.