Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Piattaforma cloud per i dati geospaziali

21 Apr 2011

Il cloud di Google si amplia e dalle Google Apps arriva ad
abbracciare l’intero globo terrestre. La divisione Enterprise di
Google ha appena annunciato Google Earth Builder, una nuova
soluzione che consente di caricare, elaborare ed archiviare i dati
geospaziali nella nuvola di Google.

L’obiettivo è di fornire alle organizzazioni pubbliche e alle
aziende private che trattano dati geospaziali (ad esempio per il
controllo degli effetti dei cambiamenti climatici o per monitorare
impianti dislocati sul territorio) la possibilità di ridurre in
modo rilevante i costi normalmente associati alla gestione dei
server a supporto dei sistemi informativi geografici (Gis,
Geographic information systems) nonché di consentire un accesso
immediato da qualsiasi parte del mondo a tali dati da parte degli
addetti che li devono utilizzare. I dati geospaziali saranno ora
accessibili tramite la nuvola di Google nello stesso modo in cui
già lo sono i dati di Google Maps o Google Street View.

Gli addetti di organizzazioni private e pubbliche potranno ora
utilizzare i familiari strumenti Google Earth e Google Maps per
condividere e pubblicare in modo sicuro e rapido i dati geospaziali
senza necessità di particolari competenze tecniche o formazione in
campo Gis.

La nuova soluzione Google Earth Builder consente:

– accesso anytime/anywhere ai dati geospaziali da qualsiasi
computer o dispositivo collegato a Internet

– completa scalabilità del traffico di dati geospaziali in
qualsiasi situazione di picco imprevisto che può verificarsi, ad
esempio, in situazioni di emergenza (in particolare per quanto
riguarda enti o organismi della PA)

– riduzione sensibile dei costi dei sistemi Gis, grazie
all’eliminazione della necessità di acquistare, mantenere e
aggiornare software e server

– innovazione continua: il software è sempre all’ultima
versione, senza necessità di installare upgrade perché tutto
viene effettuato in automatico, esattamente come già avviene con
le applicazioni di collaborazione Google Apps

– archiviazione e recovery sicuri senza doversi più preoccupare
dei limiti dello spazio storage a disposizione e dei backup. Il
backup dei dati geospaziali viene effettuato su più data centre
per un recovery pressoché istantaneo in caso di necessità

Google Earth Builder si indirizza sia alle aziende che hanno
terabyte di immagini geo sia alle organizzazioni che devono
semplicemente gestire ridotti quantitativi di dati demografici o
applicazioni di geo marketing relative ai clienti dislocati sul
territorio. Inoltre, Google Earth Builder consente di integrare nei
vari livelli di mappe anche dati da applicazioni quali ad esempio
Google Street View.

Potenziali utenti del nuovo Google Earth Builder sono
amministrazioni pubbliche centrali e locali, utility oil & gas,
agenzie immobiliari e aziende della grande distribuzione.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link