Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Pink Hackathon, Microsoft lancia la sfida alle giovani hacker

Il 23 aprile prende il via l’evento dedicato alle programmatrici under 30. Sviluppo di web app o app native l’obiettivo del concorso

17 Apr 2014

F.Me.

Una sfida con se stesse e con tutto il mondo. Una maratona di nove ore per creare una web app o un’app nativa e dimostrare che la donna e la programmazione sono fatte l’una per l’altra. Questo è il Pink Hackathon, l’evento dedicato alle studentesse e alle giovani professioniste e al loro rapporto con il codice. L’appuntamento è per il 23 aprile in occasione della manifestazione La Nuvola Rosa di Microsoft.

Presso la biblioteca della Facoltà di Ingegneria dell’Università La Sapienza, l’evento organizzato da Codemotion vedrà confrontarsi donne programmatrici che saranno affiancate da tutor. Non solo una competizione, quindi, ma anche formazione. Un’occasione unica per avere carta bianca e rendere le ragazze più consapevoli delle proprie competenze tecniche.

Questo è anche lo scopo dell’intera iniziativa di Microsoft in cui l’hackathon si inserisce. La Nuvola Rosa è un evento articolato in tre giornate (22-24 aprile) pensate interamente per far conoscere alle giovani donne le prospettive offerte dal mondo della tecnologia e dell’innovazione. Workshop, seminari e soprattutto il Pink Hackathon daranno la possibilità alle partecipanti di misurarsi con le loro potenzialità e di prendere coscienza di come la programmazione possa essere una strada per rendersi protagoniste del proprio futuro.

La giuria valuterà al termine della maratona l’app più interessante, che sarà premiata con un tablet offerto da Asus.

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
codemotion
M
Microsoft

Articolo 1 di 5