Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Più trasparenza per la “finanza” online

La Direttiva Draghi mette nero su bianco le regole a cui le banche dovranno attenersi per comunicare via Web con i loro clienti

14 Set 2009

Cambiano le regole della comunicazione finanziaria online. La
direttiva Draghi sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi
bancari e finanziari(pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 10
settembre) prevede che i testi informativi diffusi attraverso la
Rete vengano realizzati in maniera tale da rendere visualizzabili i
principali contenuti direttamente nella prima schermata.

Entro il 31 dicembre tutte le banche dovranno attuare la direttiva,
che prevede, inoltre, in nome di una maggiore trasparenza, l’uso
di caratteri più leggibili e l’eliminazione di articoli del
codice civile a piè pagina: La nuova disciplina dispone infatti
che le banche e gli intermediari parlino “la lingua dei
clienti”. Bankitalia dispone per gli intermediari finanziari la
possibilità di avvalersi dell’impiego di tecniche di
comunicazione a distanza (e-mail, siti internet e telefonia) nei
rapporti con la clientela non residente sul territorio nazionale in
materia di informativa precontrattuale, di comunicazioni non
richieste e di stipula di contratti.

I clienti potranno reperire tutte le informazioni nei siti delle
proprie banche accedendo all’area dedicata ai “Principali
diritti del cliente”, nonché attraverso le Guide ed i fogli
informativi relativi alle operazioni e ai servizi offerti.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link