Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

EBAY

Pmi in vetrina tutto l’anno, con l’e-commerce stop “alle mezze stagioni”

Grazie alla natura globale del commercio elettronico anche le aziende che vendono prodotti legati alla stagionalità possono operare 365 giorni all’anno. Nel 2015 oltre 30mila piccole e medie imprese hanno utilizzato la piattaforma di eBay

16 Feb 2016

F.Me

Vendere, in ogni periodo dell’anno, a una platea locale, nazionale e internazionale senza tener conto della stagionalità dei prodotti. Grazie all’eCommerce, infatti, davvero “non esistono più le mezze stagioni”: a testimoniarlo le oltre 30mila Pmi italiane che nel 2015 hanno venduto i propri prodotti su eBay.

Grazie alla natura globale del commercio elettronico, infatti, anche i negozi che erano solitamente limitati dalla stagionalità dei prodotti, caratterizzata da picchi e cali di vendita, possono vendere per 365 giorni all’anno, arrivando con semplicità dall’altra parte del mondo e approfittando delle stagioni invertite rispetto all’Italia.

In questo modo chi, ad esempio, vende articoli per il mare o per il giardinaggio, prodotti tipicamente richiesti durante i mesi estivi, non sarà tagliato fuori durante la stagione invernale. “Mediamente tratto circa 120 spedizioni al mese ma nei periodi di picco, cioè in estate, ho anche oltrepassato i 300. Il mio è un settore molto stagionale ma eBay mi consente di mantenere le mie vendite stabili”, spiega Sergio Ramondetta, titolare di Fornautica, negozio siracusano specializzato nella vendita di accessori e ricambi per la nautica, la cui l’attività su eBay rappresenta il 70% dell’intero fatturato.

Nel mondo, poi, la voglia di italianità non conosce pause stagionali: ben il 67% dei venditori professionali italiani attivi su eBay nel 2015 ha esportato i propri prodotti in tutto il mondo.

“La cosa bella del commercio globale è proprio che esistono le stagioni invertite. Quindi abbiamo picchi di attività in diversi periodi dell’anno, in mercati diversi. I prodotti Made in Italy sono molto richiesti all’estero, penso alla camiceria, alle giacche, ai jeans”, sottolinea Andrea Ravicini, titolare di Fashion Follies, il negozio eBay del punto vendita Goccia di Guidonia (RM) che esporta in tutti il mondo capi d’abbigliamento e accessori per uomo e donna.

eBay, inoltre mette a disposizione delle Pmi un considerevole numero di potenziali acquirenti: 5 milioni in Italia e 162 milioni a livello globale. Anche per questo molti venditori decidono di testare alcuni articoli o novità di prodotto proprio su eBay.

“Sicuramente eBay rappresenta una fetta importante del nostro business online: ultimamente rappresenta il 50% delle vendite totali effettuate online e nel 2014 abbiamo registrato una crescita del fatturato del 400%. In alcuni casi siamo riusciti a posizionare sul mercato prodotti che nei nostri punti vendita tradizionali non riuscivamo a vendere”, spiegano Orazio e Luca Del Vecchio, alla guida de La Bottega del Calzolaio, attività familiare di Battipaglia (SA) che si occupa della produzione artigianale di articoli in pelle.

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
commercio elettronico
E
ebay
E
ecommerce

Articolo 1 di 4