Pnrr, Giovannini dà l'ok al piano digital & green di Enav: fondi per 110 milioni - CorCom

TRASPORTO AEREO

Pnrr, Giovannini dà l’ok al piano digital & green di Enav: fondi per 110 milioni

Il Mims firma il decreto per l’erogazione dei contributi a fondo perduto. Il gruppo e le tre controllate Techno Sky, Ids AirNav e D-Flight metteranno in campo soluzioni hardware-software per servizi innovativi, gestione dei dati e pilotaggio da remoto via droni

30 Nov 2021

Domenico Aliperto

Il Ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, ha firmato il decreto di approvazione delle convenzioni sottoscritte dal Ministero e da Enav per la realizzazione di progetti di investimento inclusi nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr).

Le convenzioni, si legge in una nota, prevedono una contribuzione del Mims a fondo perduto di 110 milioni di euro da attribuire a Enav e alle tre controllate del Gruppo: Techno Sky, società responsabile della gestione e della manutenzione hardware/software dell’intera gamma di impianti e sistemi utilizzati per l’erogazione dei servizi di assistenza al volo; Ids AirNav, azienda che sviluppa soluzioni software di ultima generazione per i sistemi di gestione delle informazioni aeronautiche; D-Flight, impresa che gestisce e sviluppa la piattaforma per l’erogazione dei servizi ai velivoli a pilotaggio remoto (droni).

I progetti previsti dal decreto

I progetti in questione sono rappresentati nella sezione 3.2 (Intermodalità e Logistica Integrata) del Pnrr e si raggruppano in due filoni principali, la “Digital Innovation” e le “Green Infrastructure” comprese tra le sei missioni indicate dal Governo.

WHITEPAPER
Product Lifecycle Management: cos’è, come funziona e come deve evolvere
Logistica/Trasporti
Manifatturiero/Produzione

Il Gruppo Enav, in particolare, si occuperà della digitalizzazione del sistema di gestione dello spazio aereo, anche dal punto di vista della sostenibilità ambientale, implementando strumenti per lo sviluppo e la connettività del sistema di gestione dei velivoli a pilotaggio remoto, oltre che piattaforme di digitalizzazione delle informazioni aeronautiche. A questo si aggiungeranno la realizzazione di infrastrutture cloud con la virtualizzazione delle infrastrutture operative, la definizione di un nuovo modello di manutenzione e la condivisione sicura delle informazioni.

Per quanto riguarda le tempistiche, il Pnrr individua due milestone principali: una a dicembre 2023 e l’altra a marzo 2026, entro cui, i soggetti attuatori sono chiamati a realizzare i progetti previsti nelle Convenzioni.

I benefici delle iniziative per il settore

“Con la firma delle convenzioni col Gruppo Enav”, dichiara il Ministro Giovannini, “si dà attuazione ai progetti più innovativi del Pnrr nel settore strategico del trasporto aereo. Si rafforza un processo di digitalizzazione che permetterà una gestione ottimale dei servizi con una particolare attenzione alla sostenibilità ambientale”.

Paolo Simioni, amministratore delegato di Enav, aggiunge: “Sono certo che i progetti che realizzeremo daranno immediati benefici al settore sia in termini di capacità e qualità del servizio che di occupazione e crescita economica. Continuiamo il nostro percorso di innovazione dello spazio aereo in chiave digitale e sostenibile. Un grazie al Ministero per la costante e proficua collaborazione”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2