BILANCI

Il digitale spinge i conti di Poste Italiane, Del Fante: “Continuiamo a investire in innovazione”

Esaminati dal cda i preliminari 2017. Utile netto in rialzo del 10,8%, su i ricavi dell’1% pari a 33,4 miliardi. L’e-commerce al centro dell’aumento dei ricavi nel comparto pacchi, attivo il bilancio dei comparti transaction e digital banking. L’Ad del gruppo: “Confermato il trend di crescita”. Piano strategico il 27 febbraio

20 Feb 2018

I risultati battono le attese per Poste Italiane che presenta i preliminari 2017, esaminati dal cda presieduto da Maria Bianca Farina. In rialzo del 10,8 l’utile netto (689 milioni) e ricavi in crescita dell’1% pari a 33,4 miliardi. Confermata la politica dei dividendi. “I risultati preliminari 2017 evidenziano la forza di Poste Italiane e la sua capacità di generare redditività, di fornire servizi di qualità ai clienti e nello stesso tempo di creare valore per gli azionisti e i dipendenti”, commenta l’Ad del gruppo Matteo Del Fante. Si tratta di numeri che “confermano un trend di crescita in termini di ricavi, risultato operativo e utile netto. Il 2017 ha inoltre registrato un consistente aumento della raccolta BancoPosta e del risultato operativo di PosteVita”.

Positiva l’azione della leva digitale: “Incoraggiante l’aumento dei ricavi nel comparto pacchi – ha detto Del Fante – segno della capacità dell’azienda di cogliere le crescenti opportunità dello sviluppo dell’e-commerce in Italia. Tale  incremento mitiga il calo previsto dei ricavi per il settore postale, legato alla attuale diminuzione dei volumi di corrispondenza”. Poste Italiane continua a investire nell’innovazione e nel digitale. Un passo importante in questo senso, dice Del Fante, “è stato compiuto con la nascita della nuovo segmento “Pagamenti, Mobile e Digitale” che offrirà soluzioni evolute di pagamento attraverso i canali di distribuzione di Poste Italiane fisici e digitali”.

I risultati costituiscono una “solida base” per il piano strategico, che verrà presentato il prossimo 27 febbraio a Milano. Poste riporta nel quarto trimestre perdite nette per 35 milioni di euro, contro i 67 milioni attesi. Leggermente sotto il previsto l’Ebit della divisione financial services anche per il minor contributo dei ricavi da remunerazione del risparmio postale.

WEBINAR
Advanced Analytics e Machine Learning per Supply Chain sotto stress
Intelligenza Artificiale
IoT

Positivo il ruolo del digitale anche nelle reti di distribuzione. Nel corso del 2017 è proseguito il processo di rinnovamento e digitalizzazione degli uffici postali attraverso il roll-out della connettività wi-fi, ora disponibile in 4.119 uffici postali e l’installazione del sistema “nuovo gestore attese”, presente in 2.948 uffici.

Così come è attivo il bilancio per i comparti transaction e digital banking cui sarà dedicato un nuovo settore operativo, con l’obiettivo di creare un polo d’offerta unico verso la clientela retail, business e Pubblica Amministrazione, “assicurando – fa sapere l’azienda – il massimo livello di sviluppo e di integrazione, nonché il rafforzamento di un modello di servizio in grado di valorizzare i canali di distribuzione fisici di Poste Italiane, garantendo, al contempo, l’estensione della comunicazione mobile e del digitale”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

P
poste italiane