Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

FORMAZIONE

Processo civile telematico, via alla riqualificazione dei cancellieri

L’annuncio del ministro della Giustizia, Andrea Orlando: “Online il bando amministrativo per accedere ai percorsi di formazione”

19 Set 2016

F.Me

Via alla riqualificazione digitale dei cancellieri. Lo annuncio in un video su Facebook il ministro della Giustizia, Andrea Orlando.

“Lunedì 19 settembre è una giornata importante, direi quasi storica, perché abbiamo avviato un impegno che avevamo assunto da molto tempo: quello della riqualificazione del personale amministrativo del servizio giustizia – sottolinea Orlando – Si tratta di un primo passo, naturalmente, e altri ne dovremo fare, ma oggi sarà online il bando mediante il quale cancellieri e ufficiali giudiziari potranno accedere, appunto, al percorso di riqualificazione”.


“Ne dovranno seguire altri di riqualificazione e ancora di profilazione – aggiunge Orlando – ma questo percorso che abbiamo avviato si è dovuto muovere tra le compatibilità finanziarie e le regole che disciplinano questo settore, molto complicate, e ancora l’esigenza per far sì che un percorso di riqualificazione corrisponda ad un nuovo accesso di una nuova unità nell’ambito del servizio. E’ un atto importante perché spesso ci si dedica molto alle procedure, ai codici, alle leggi, ma si trascura che un servizio giustizia può andare avanti soltanto se persone competenti, dedite al loro lavoro, sono in grado di farlo andare avanti. Mi riferisco naturalmente ai magistrati, ma mi riferisco, in questo caso, al personale amministrativo. Un personale di cui si parla pochissimo e sul quale spesso si appuntano tutti i luoghi comuni che caratterizzano la discussione sulla Pubblica amministrazione. Questo impegno che stiamo portando avanti è un impegno che colma una lacuna molto grande. Sono moltissimi anni che non si procede in questa direzione. Credo che il salto di qualità che il servizio giustizia ha potuto realizzare in questi anni, mi riferisco in primo luogo al processo civile telematico, ma poi ancora alla riorganizzazione della geografia giudiziaria, siano anche in larga parte merito del contributo del personale amministrativo”.

Articolo 1 di 2