Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL COMMENTO

Fieg: “Una spinta alla libertà di informazione”

Gli editori promuovono l’approvazione della proposta di legge su servizi Internet e net neutrality: “Si va nella giusta direzione. Stop a walled garden e più garanzie per l’uguaglianza degli utenti”

07 Lug 2016

F.Me

La Fieg esprime apprezzamento per l’approvazione da parte della Camera dei Deputati della proposta di legge sulla tutela della concorrenza e della libertà di accesso degli utenti ai servizi della Rete.

“La proposta di legge presentata dall’Onorevole Quintarelli – rileva la Federazione degli editori – è volta ad assicurare la neutralità della Rete, ossia a garantire a tutti gli utenti la possibilità di accedere ai contenuti e ai servizi di Internet in modo paritario, senza distinzioni in base ai diversi livelli di utilizzo”.

L’utente avrà la possibilità di installare le applicazioni preferite e di eliminare quelle preinstallate con la conseguenza che i fornitori di contenuti – e tra essi gli editori – non saranno più obbligati a veicolare necessariamente i propri contenuti per il tramite degli Over The Top, e a corrispondere loro un compenso per la distribuzione dell’informazione.

Il sistema di diffusione dei contenuti è radicalmente mutato rispetto a quello cartaceo e pertanto richiede l’adozione di norme volte a contrastare preventivamente fenomeni distorsivi della concorrenza, difficilmente sanabili ex post, nonché a garantire la libertà di accesso ai servizi della Rete.

L’iniziativa adottata dalla Camera e che ora dovrà essere approvata dal Senato va nella direzione giusta di impedire la creazione di sistemi chiusi (i cd. “walled gardens”) in cui è deciso a monte quali contenuti veicolare e a quali di essi dare priorità, nonché di garantire concorrenza e innovazione a beneficio di tutti gli attori della filiera Internet, ponendo il nostro Paese all’avanguardia nel panorama internazionale”.

Articolo 1 di 4