Qualcomm: lascia Jacobs, Mollenkopf a capo della chip company - CorCom

LA POLTRONA

Qualcomm: lascia Jacobs, Mollenkopf a capo della chip company

Il passaggio di consegne a marzo 2014 in occasione dell’annuale assemblea degli azionisti. Grossa promozione per l’attuale Chief operating officer in azienda da 20 anni: “Lavorerò in nome della crescita”

13 Dic 2013

L.M.

Il ceo di Qualcomm, Paul Jacobs, lascerà l’incarico in occasione dell’annuale assemblea degli azionisti prevista per marzo 2014 e sarà sostituito da Steve Mollenkopf (nella foto), attuale Coo (Chief Operating Officer), da 20 anni in azienda.

“Sono molto orgoglioso di quanto ho fatto nel periodo in cui sono stato ceo e conto di contribuire ancora al successo della compagnia” ha fatto sapere Jacobs in un comunicato.

Sherry Lansing, direttore del board dell’azienda produttrice di chip, lo ha ringraziato per i 9 anni di leadership: “Ha guidato Qualcomm – ha detto – a una straordinaria crescita e sotto la sua guida il valore complessivo delle azioni è più che raddoppiato e il fatturato è più che quadruplicato”.

Figlio del co-founder di Qualcomm, Irwin Jacobs, Paul Jacobs aveva iniziato la carriera in azienda nel 1990 in qualità di ingegnere. È diventato presidente di Qualcomm Wireless e Internet nel luglio 2001, prima di essere promosso a ceo nel 2005. È presidente della company da marzo 2009.

Lansing ha aggiunto che il board ha approvato all’unanimità la nomina di Mollenkopf. “Siamo estremamente convinti che la sua leadership darà ulteriore impulso allo straordinario record di innovazione di Qualcomm e alla continua valorizzazione dell’azionariato”.

Da agosto 2008 a settembre 2010 Mollenkopf ha assunto la guida della Divisione Semiconduttori di Qualcomm e si è anche occupato dell’acquisto per 3,1 miliardi di dollari di Atheros , finora la più grande acquisizione aziendale. È poi diventato Coo a novembre 2011.

“Sono onorato di essere stato scelto dal board per guidare Qualcomm nella prossima entusiasmante fase di sviluppo della company” ha detto Mollenkopf. “Conto di lavorare con il nostro team dirigenziale e i nostri dipendenti per la crescita dell’azienda e dell’intero ecosistema mobile in questa fase di transizione verso il 4G e oltre”.

“Intendo congratularmi con Steve per il suo avanzamento di carriera” ha dichiarato Jacobs. “Sono certo che sia lui sia l’intera squadra manageriale continueranno a spingere verso l’innovazione tecnologica e commerciale, garantendo la crrescita e il futuro di Qualcomm“.

Il nome di Mollenkopf era circolato nelle ultime ore anche come possibile successore di Steve Ballmer al timone di Microsoft. Peraltro risultava una new entry nel toto-nomine rispetto ad altri dati per papabili da alcuni mesi, tra cui l’ex ceo di Nokia, Stephen Elop, Alan Mulally ceo di Ford e Sataya Nadella, alla guida della divisione cloud ed enterprise di Microsoft.