Radis: "Ripartire da nuove prospettive" - CorCom

DIGITAL ITALY

Radis: “Ripartire da nuove prospettive”

08 Lug 2014

Gianni Radis, vice presidente per il Territorio di Assinform

Uno dei tre assi sui quali viene focalizzata la presentazione del Rapporto Assinform 2014 è la “Nuova Cultura d’Impresa”. In chiave Ict, e non solo, la dobbiamo intendere come la possibilità di utilizzare nuove tecnologie o innovazioni dell’offerta come fattori abilitanti per il nostro business. Il cloud computing è uno di questi. Partendo dal concetto che – sia in caso di grandi imprese che di Pmi – anziché “possedere” e meglio e più funzionale “disporre” di infrastrutture tecnologiche con la massima scalabilità, la “nuvola” è un grande valore aggiunto per i nostri clienti e quindi per noi. Soprattutto per gli imprenditori di Pmi specializzate fa sì che di fronte a richieste di soluzioni e servizi di clientela straniera e italiana si possano vendere prodotti e servizi senza problemi di dimensioni infrastrutturali, di sicurezza e certificazioni internazionali. Dobbiamo focalizzarci e investire su buoni asset e su servizi possibilmente ad alto valore aggiunto. Assinform rappresenta una componente confindustriale importante e come tale si è posta tra i suoi obiettivi anche quello di essere vicina al “territorio” dove anche le aziende Ict trovano le strutture delle varie Unioni Industriali a loro disposizione. Nel rispetto delle autonomie locali il valore aggiunto di Assinform è sempre stato e sarà quello di mettere a disposizione di tutti gli associati gli studi e il lavoro dei vari gruppi su temi come il già citato cloud computing, i big data, gli open data, la security, l’identità digitale, l’internazionalizzazione, le smart community, l’e-commerce, ecc.. Un patrimonio di grande valore in termini di impegno e disponibilità di molti esperti coinvolti da mettere assolutamente a fattor comune. Ci auguriamo che molte aziende del comparto in forma diretta o indiretta siano con noi per giocarci insieme la “chance di ripartire” da nuove prospettive. Dobbiamo farlo insieme senza perdere neanche un istante. Stiamo lavorando già con molte realtà del territorio e vorremmo veicolare maggiormente la diffusione delle nostre strategie e delle azioni concrete attraverso visite mirate presso le imprese o eventi ad hoc.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
assinform