Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Realizzato l’upgrade hi-tech del sistema di controllo aereo turco

11 Mar 2016

Vitrociset, azienda italiana specializzata nell’ ICT e nella gestione dei sistemi “safe & critical“, ha realizzato l’avviamento operativo della versione V8B2 del sistema di sorveglianza dello spazio aereo “Artas” (ATM surveillance tracker and server) per l’Autorità Responsabile per il Controllo del Traffico Aereo turco (Dhmi – General Directorate of State Airports Authority).

L’importanza della realizzazione operata – segnala Vitrociset – deriva dal fatto che l’installazione del sistema Artas come parte dell’infrastruttura ATC di Dhmi, è un passo importante per la qualità della sorveglianza dello spazio aereo turco che è uno dei più vasti d’Europa“.

La nuova installazione si inserisce nella gara vinta a maggio 2015 dalla compagnia, indetta per conto di Dhmi da Eurocontrol, proprietaria del sistema Artas che rappresenta un sistema di sorveglianza largamente utilizzato in Europa. Uno strumento progettato per acquisire i dati dai diversi sistemi di sorveglianza, fornire un’accurata ed omogenea rappresentazione della situazione di traffico aereo, relativa ad una ben determinata area geografica e distribuire in tempo reale le informazioni ad una comunità di sistemi utenti.

Lanciato nei primi anni 90, Artas è attualmente operativo in 31 centri di controllo ATC corrispondenti a 20 Paesi, mentre almeno altre 9 organizzazioni stanno pianificando di impiegare il sistema Artas nel prossimo futuro.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
aereo
C
controllo
T
turchia
V
vitrociset

Articolo 1 di 5