Regione Lombardia e ILW insieme per le eccellenze del made in Italy - CorCom

Eccellenze italiane

Regione Lombardia e ILW insieme per le eccellenze del made in Italy

Una piattaforma tecnologica digitale per promuovere nel mondo le imprese lombardein vista di Expo2015. Ed un aereo showroom in 12 tappe mondiali.

11 Dic 2013

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e Andrea Radic, fondatore di ILW (Italian Luxury in the World), hanno firmato un’intesa che consentirà a 250 aziende lombarde selezionate dalla Regione di fruire gratuitamente di una piattaforma digitale che ILW lancerà prossimamente. Ciò consentirà alle imprese di eccellenza della Lombardia di poter fruire di una visibilità globale avendo a disposizione tecnologie di e.marketing all’avanguardia per promuovere aziende e prodotti del made in Italy in tutto il mondo.
La piattaforma su Internet (www.italianluxury.eu), disponibile per promuovere nel mondo l’eccellenza del made in Italy dell’intero Paese e non solo della Lombardia, affiancherà un’altra iniziativa dal forte impatto di immagine promossa da ILW: un aereo appositamente allestito per diventare lo “showroom volante” del made in Italy di qualità.
“L’aereo consentirà di presentare e promuovere con caratteristiche di unicità ed esclusività i prodotti delle aziende che aderiranno all’iniziativa, forte di una straordinaria efficacia comunicativa”, spiega Radic. Il tour mondiale includerà 12 tappe nei Paesi dove più forte è la richiesta di made in Italy di eccellenza. Tra essi spiccano Emirati Arabi, Cina, Russia, Korea, Giappone, India, Brasile e Stati Uniti.
“In ciascuno dei Paesi visitati – continua Radic – il made in Italy avrà l’opportunità di essere presentato, valorizzato e trovare nuove opportunità di sviluppo sui mercati. La mission di ILW è quella di aumentare la capacità di penetrazione nei mercati esteri grazie all’innovativo e inedito utilizzo dell’aeromobile showroom quale veicolo di comunicazione e globale”.
Il decollo dello showroom volante è previsto nel 2015 in contemporanea con l’avvio di Expo2015 ma sarà preceduto da “un intenso lavoro di promozione e di comunicazione a favore delle aziende e delle realtà che rappresentano il meglio del made in Italy con eventi, presentazioni, road show in Italia e all’estero a partire dal 2014 e fino ai primi mesi del 2015”.
Maroni ritiene “suggestive” le modalità di promozione del made in Italy escogitate da ILW e sottolinea che “questa iniziativa ha avuto l’appoggio e il sostegno di Regione Lombardia, il tutto in vista di Expo 2015”.
All’iniziativa è giunto anche il supporto di “Compriamo Made in Europe” che, col patrocinio della Commissione Europea, si adopera per fornire ai cittadini le informazioni indispensabili per individuare facilmente i prodotti realizzati in uno Stato membro della Comunità Europea, intesa come garanzia di unicità, grazie innanzitutto alla collaborazione delle aziende che intendono stabilire un rapporto di trasparenza con i consumatori finali.
“Abbiamo bisogno di persone che, anche in modo volontario, diano un contributo importante alla tracciabilità e alla lotta alla contraffazione e alla promozione nel mondo delle eccellenze italiane. Questi sono contributi, significativi e decisivi”, spiega l’europarlamentare Laura Comi, cofondatrice di “Compriamo Made in Europe”.