SPONSORED STORY

Registratore telematico, la leva competitiva che “rivoluziona” la vita dell’esercente

Non solo un obbligo normativo, ma anche un’opportunità di innovazione: grazie al servizio RT User del provider Dtr, il nuovo strumento diventa un mezzo strategico, capace di offrire in ogni momento e in mobilità visuali tempestive dell’andamento dell’esercizio

13 Lug 2021

Veronica Balocco

digitale-information-technology-IT

Una notifica push sullo smartphone con i dati di chiusura giornaliera del proprio negozio? O un semplice sguardo a un portale web per analizzare in tempo reale la redditività dell’esercizio? Per approfondire i dati aggregati per mesi o per anni? O magari per intercettare istantaneamente eventuali errori nei dati fiscali?

Per un commerciante d’altri tempi sarebbe stato un sogno. O meglio, un’utopia. Ma per i retailer di oggi questa è ormai realtà allo stato puro. E di certo non è ancora finita qui.

Lo conferma Dtr, produttore e distributore di prodotti, servizi e soluzioni per il punto vendita, pioniere innovativo con un focus sui registratori di cassa telematici, gli ormai famosi strumenti tech che consentono di adempiere agli obblighi previsti dall’amministrazione fiscale in materia di trasmissione quotidiana dei corrispettivi, i cosiddetti scontrini elettronici.

Forte di un’esperienza consolidata, fatta di best practice e competenza tecnologica avanzata, l’azienda personifica oggi l’ultima frontiera in termini di trasformazione digitale del commercio al dettaglio. E mentre pianifica soluzioni destinate a sconfinare nel mondo della Business Intelligence per offrire servizi sempre più futuristi, già oggi mette sul piatto strumenti di gestione che fino a ieri apparivano impensabili.

L’ultimo nato in casa Dtr prende il nome di RT User, e altro non è che il primo servizio realmente disruptive nel mondo dei registratori telematici. Rivolto alla platea di esercenti che, forzati dal legislatore, hanno dovuto fare i conti con il nuovo strumento andato a sostituire i vecchi registratori di cassa, RT User rappresenta una delle evoluzioni competitive rese possibili proprio da questa novità.

Percepito da molti come puro adempimento normativo cui far fronte obtorto collo, il registratore telematico rappresenta in realtà uno strumento prezioso e rivoluzionario per la gestione del punto vendita. Inquadrato in una logica che veda la tecnologia come alleata e non come oneroso obbligo di legge, questo strumento ha infatti la potenzialità di semplificare la quotidianità in negozio grazie all’accesso a numerosi servizi in rete e a funzionalità che consentono di velocizzare le pratiche, automatizzare attività routinarie e rendere più efficiente l’erogazione delle prestazioni. Non a caso, viene definito come un vero e proprio “ecosistema” aperto verso numerose possibilità di innovazione per il negozio.

CLICCA QUI per scaricare l'infografica: "Registratore di cassa telematico"

Una soluzione semplice ma di grande impatto strategico

RT User è la novità software di Dtr che arricchisce la community di Dtr Service – il portale web creato per connettere tutti coloro che ruotano intorno ai prodotti aziendali, dal produttore ai dealer, sino agli utilizzatori – della possibilità di visualizzare i dati del venduto in modo istantaneo e automatizzato. Ma non solo. “La gestione dei registratori telematici, sull’onda delle novità di legge introdotte sul cosiddetto “Xml 7”, è complessa per un utente finale – fa notare il Direttore Tecnico dell’azienda, Marco Castioni – e richiede quindi soluzioni di facile utilizzo. Noi possiamo vantare modelli molto performanti dal punto di vista tecnologico e questo ci ha permesso di ideare innovazioni in logica IoT, capaci da un lato di favorire la comunicazione fra macchine e portale, e dall’altro di implementare una serie di servizi a beneficio di tutta la filiera”.

RT User, in particolare, rappresenta la novità destinata al tenant, ovvero l’esercente e dunque possessore materiale del registratore telematico. A valle della registrazione al portale, in ambiente perfettamente sicuro e trasparente, grazie a questo servizio l’esercente può consultare su web o su app i dati delle chiusure giornaliere generati dal proprio RT in formato facile e intuitivo, ma soprattutto reperibili in ogni momento.

Una rivoluzione, per chi conosce l’ambiente. “Il tenant generalmente fatica a leggere i propri dati nel registratore telematico – puntualizza Castioni – ma ora può consultarli in forma sicura, protetta e certificata, direttamente dallo smartphone, e questa è la novità che rende tutto più agevole”. In questo modo l’esercente può avere in ogni momento un controllo pieno sulla gestione dell’esercizio, ma può anche inoltrare query sull’andamento dell’attività e visualizzare eventuali situazioni da correggere. Pur non fisicamente presente sul posto di lavoro, dunque, il tenant può ad esempio ricevere notifiche push con i dati di chiusura, ma può anche beneficiare del vantaggio di godere di una visione chiara “di quello che è stato”, aggregato per giorni, mesi o anni a seconda dell’esigenza, e intercettare subito eventuali errori.

Nuovi servizi in arrivo grazie alla Business Intelligence

Insomma, il ricorso a RT User consente, a conti fatti, di usufruire in ottica competitiva e strategica di tutti i dati contenuti nel registratore di cassa, che vengono raccolti per effettuare analisi del contenuto dei file Xml inviati all’amministrazione fiscale, altrimenti illeggibili a occhio umano. E se prima era necessario dotarsi di costosi software gestionali, ora attraverso il registratore telematico e RT User la necessità decade: la macchina fa tutto in autonomia.

Ma, come detto, le novità Dtr non sono destinate ad esaurirsi qui. Il ricorso a tecnologie sempre più evolute consente infatti di ampliare potenzialmente il ventaglio di servizi. “E questo è proprio ciò che abbiamo a cuore di fare – puntualizza il Direttore Commerciale, Simone Lolli – ad esempio predisponendo soluzioni per l’analisi di Business Intelligence dell’attività commerciale, arrivando a consentire raffronti con realtà simili, export di dati da trasmettere al commercialista”.

Quando la normativa ha reso impellente le sostituzioni dei vecchi registratori di cassa, Dtr ha deciso di gestire l’introduzione dei nuovi strumenti telematici con un approccio innovativo. “Nessun adeguamento dell’esistente – chiarisce Lolli – e creazione di prodotti nativi perfettamente compliant”. Una strategia che ha dotato i dealer, primi intermediari con i tenant in termini di aggiornamento, supporto e manutenzione delle macchine, di strumenti per favorire la rottamazione dei vecchi registratori presso i vecchi clienti e la fornitura di prodotti nativi ai nuovi ingressi.

Risultato: il parco macchine della “community” Dtr risulta oggi perfettamente rinnovato e predisposto tecnicamente per accogliere le novità e i prossimi servizi, “sino alle imminenti frontiere della completa digitalizzazione del punto cassa – aggiunge Lolli –, dalla gestione della fattura elettronica alle opportunità della Business intelligence, alla virtualizzazione delle procedure, come la stampa di scontrini da cellulare, al marketing diretto e all’ottimizzazione del magazzino”.

“Vogliamo essere un punto di riferimento perché il commercio possa vivere un Nuovo Rinascimento”, concludono da Dtr Italy. E la sensazione è che il percorso verso la nuova era sia già iniziato. E si stia avvicinando a grandi passi ad altri rivoluzionari traguardi

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2