Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Rete mobile privata per l’Area Science Park di Trieste

02 Dic 2010

Area Science Park di Trieste, uno dei principali parchi scientifici
e tecnologici multisettoriali d’Europa, ha sperimentato con
successo la tecnologia Primo (Private Mobile) Hspa per reti mobili
private a larga banda di Athonet e Nokia Siemens Networks.
Grazie a Primo, le aziende avranno ora accesso alle applicazioni
tradizionali e ai servizi dati innovativi in modo più efficiente e
veloce, rispettando l’ambiente e con un significativo
abbattimento dei costi di installazione e gestione.

“Le esigenze di comunicazione di Area Science Park hanno
rappresentato un’ideale banco di prova di questa tecnologia
realizzata da Athonet e da Nokia Siemens Networks. E la prova è
stata brillantemente superata – afferma Giancarlo Michellone,
presidente di Area Science Park – . Come parco scientifico siamo
impegnati a favorire lo sviluppo di tecnologie innovative e siamo
pronti anche a testarle, in particolare quando sono il frutto del
lavoro di nostri insediati, come nel caso di Athonet. Nello
specifico, siamo convinti che Primo rappresenti un considerevole
passo in avanti nell’ambito delle reti private, dove maggiore è
la necessità di un sistema di comunicazione affidabile, flessibile
ed economico.”

Primo è una rete mobile completa e compatta, che può essere
installata direttamente nella rete fissa aziendale e che permette
accesso locale prioritario ad applicazioni tradizionali quali
e-mail, video, voce su Ip, ecc. ed abilita servizi innovativi
utilizzando terminali Umts/Hspa standard in commercio. Primo è in
grado di offrire capacità aggiuntiva e copertura dedicata in aree
d’interesse specifico senza gravare sulle reti mobili
tradizionali degli operatori.
In questo modo, la soluzione risolve i problemi di congestione
delle reti mobili causati dall’adozione di massa di cellulari,
smartphone e chiavette dati che richiedono costante accesso ad
Internet.

Inoltre, la soluzione può offrire un servizio privilegiato e un
accesso radio dedicato agli utenti dove più ne hanno bisogno.
Primo diventa così la rete mobile ideale per aziende, aeroporti,
ospedali, campus universitari, zone industriali a forte
automazione, piattaforme petrolifere e campi di estrazione, navi,
aerei, hotspot ed anche intere aree territoriali soggette al
digital divide. L’estrema facilità d’installazione, la
trasportabilità e i consumi energetici minimali fanno di Primo una
soluzione privilegiata anche per operazioni di pubblica sicurezza e
per l’affidabile copertura di aree disastrate dove è opportuna
la messa in opera di una rete Umts/Hspa in pochi minuti.

La soluzione tecnologica comprende 2 elementi: l’innovativo Primo
Mobility Gateway di Athonet e la compatta “future-proof” Flexi
Base Station in configurazione Internet Hspa (I-Hspa) di Nokia
Siemens Networks. Il Primo Mobility Gateway smaterializza la rete
mobile proiettandola verso il cloud computing dove "il
software diventa la rete” e fornisce servizi mobili a larga banda
e ad alte prestazioni in modo efficiente e a costi
significativamente ridotti.
La soluzione è compatibile anche con le femtocelle e con un
semplice aggiornamento software supporta lo standard mobile di
prossima generazione Lte.

Articolo 1 di 5