Ridotto il caos aeroporti, il sistema check-in torna "gradatamente" in funzione - CorCom

PIATTAFORME

Ridotto il caos aeroporti, il sistema check-in torna “gradatamente” in funzione

Ancora ritardi, ma il servizio “sta riprendendo”, annuncia la società spagnola Amadeus: “Stiamo identificando la causa del problema”. L’Enac: “Nessun problema in Italia”

28 Set 2017

Sta tornando alla normalità Amadeus, il servizio di check andato in tilt mandando nel caos molti aeroporti nel mondo. Il servizio ”sta gradualmente” riprendendo afferma la società spagnola. I ritardi per il momento restano, anche se allo scalo di Washington sono solo di 16 minuti. ”A causa dell’incidente, i clienti hanno incontrato problemi in alcuni servizi” afferma Amades, sottolineando che un’azione ”immediata” è stata presa ”identificare la causa del problema e ripristinare il servizio il prima possibile”. Il sistema Amadeus è utilizzato da 124 compagnie aeree al mondo.

L’Enac ha comunicato che “da un primo riscontro non ci sarebbero problemi nei principali scali italiani”.

Il programma informatico che gestisce i sistemi di check in dei passeggeri è andato in tilt attorno alle 11,30 di questa mattina: lunghissime code si sono formate ai banchi dell’accettazione, visto che questo software è utilizzato da più di cento compagnie. Problemi sono stati segnalati agli aeroporti londinesi di Heathrow e Gatwick, oltre che a Parigi Charles de Gaulle, Washington DC, Baltimora, Melbourne, Changi a Singapore, Johannesburg e Zurigo. Il sistema di check-in gestito da Amadeus Altea è utilizzato da 125 compagnie aeree.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
amadeus
C
check-in