Ristoranti in lockdown, Just Eat azzera le commissioni per il food delivery - CorCom

L'INIZIATIVA

Ristoranti in lockdown, Just Eat azzera le commissioni per il food delivery

L’iniziativa a supporto dei nuovi partner che attivano il servizio di consegna a domicilio e sconto del 25% per oltre 5mila locali tra i più colpiti dalle restrizioni legate al contenimento della pandemia

28 Ott 2020

Domenico Aliperto

A seguito delle nuove restrizioni nazionali che per contenere la pandemia coinvolgono la ristorazione italiana (la chiusura anticipata dei servizi con consumo in loco presso i ristoranti alle 18 e le limitazioni alla capienza), Just Eat si attiva per supportare i ristoratori e sostenerli in questo momento di difficoltà agevolando la possibilità di attivare il servizio di digital food delivery con l’obiettivo di creare continuità alla loro attività quotidiana e ai guadagni.

Le nuove iniziative rivolte ai ristoratori

È la stessa società a comunicare le nuove iniziative in una nota: per i ristoranti partner della piattaforma sarà attivato un supporto dedicato a quelle attività che usufruiscono del servizio di delivery attraverso rider che consegnano con Just Eat e per le quali sarà applicato uno sconto sulla commissione pari al 25%, con l’obiettivo di supportare oltre cinquemila ristoratori partner in tutta Italia tra quelli più colpiti dalle restrizioni.

Il pacchetto di agevolazioni prevede inoltre di azzerare le commissioni per tutti i nuovi ristoranti che decideranno di utilizzare il digital food delivery e attivarsi su Just Eat per soddisfare la domanda della clientela in questo periodo. L’azzeramento della commissione sarà estendibile e prorogabile in base all’evoluzione della situazione e sarà in vigore per un periodo minimo di un mese.

Sarà poi accelerato l’onboarding sulla piattaforma, snellendo i processi per rispondere velocemente alle richieste di attivazione del servizio con Just Eat, garantendo così in tempi più brevi ai nuovi ristoranti di poter offrire il servizio ai propri clienti.

WHITEPAPER
Come migliorare la redditività grazie alla digital transformation nel settore industriale
Digital Transformation
IoT

In particolare, sarà incentivata anche la possibilità di essere online su Just Eat con il proprio ristorante attraverso un menù ridotto, cioè con un numero limitato di piatti, pensati per l’attivazione del servizio di delivery e in grado così di rispondere alla situazione di emergenza offrendo ai propri clienti i prodotti principali e più ordinati nel proprio menù.

La strategia intrapresa nel 2020

“Il 2020 è per il mondo e per il nostro Paese un anno difficile”, commenta Daniele Contini, Country Manager di Just Eat in Italia. “Il nostro impegno, forte durante l’emergenza, e continuativo per essere vicini a ristoranti, rider e clienti, oggi si rinnova per supportare ulteriormente una delle categorie più colpite dalle nuove restrizioni. Crediamo infatti che il consenso e il prosieguo delle consegne a domicilio sia un elemento importante per la ristorazione e noi vogliamo sostenerlo promuovendo il digitale con zero costi di commissione per chi ancora non utilizza il digital food delivery e una riduzione dei costi per oltre 5.000 ristoranti che già utilizzano già il servizio. Vogliamo permettere ai ristoranti di fare leva su un servizio che si è dimostrato essenziale per l’Italia dall’inizio dell’emergenza ad oggi”.

Nel consolidare il proprio impegno, Just Eat aggiorna costantemente materiali informativi e iniziative di supporto coerentemente con gli sviluppi governativi e con le necessità contingenti. Per garantire la completa sicurezza nella consegna di cibo a domicilio sono state inoltre distribuite mascherine lavabili, gel disinfettante e spray per gli zaini a tutti i rider, oltre a comunicazioni specifiche sulle misure igienico-sanitarie importanti per le consegne a domicilio e le indicazioni sulle modalità di consegna contactless, cioè senza contatti diretti, e il rispetto delle distanze.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4