DATI FINANZIARI

Samsung: profitti in discesa, pesa l’assalto di Xiaomi

I dati preliminari del quarto trimestre prevedono un calo del 37% dell’utile operativo rispetto a un anno fa. In flessione del 12% anche le vendite. Ma i numeri battono le attese degli analisti

08 Gen 2015

Patrizia Licata

Samsung si prepara ad annunciare un nuovo trimestre deludente per i suoi risultati finanziari: il produttore sud-coreano non è ancora riuscito a rimettere in marcia il suo fondamentale ramo di business legato agli smartphone.

Secondo i risultati preliminari resi noti oggi, Samsung si aspetta per il quarto trimestre un utile operativo di 5.200 miliardi di won (circa 4,7 miliardi di dollari), pari a un calo del 37% rispetto all’anno precedente. Anche le vendite del quarto trimestre sono previste in flessione, del 12%, a circa 52.000 miliardi di won o 47,3 miliardi di dollari.

Tuttavia, le cifre rilasciate da Samsung, benché ancora segno di una situazione di forte difficoltà dell’azienda, disegnano un quadro migliore rispetto alle attese: gli analisti aspettavano un utile operativo di 4.800 miliardi di won. Inoltre il dato preliminare dell’utile operativo è del 28% superiore al dato del terzo trimestre, tanto che il titolo Samsung ha guadagnato l’1% negli scambi a Seul. Le cifre per il quarto trimestre rappresentano comunque una previsione preliminare e Samsung pubblicherà il suo report finanziario ufficiale nelle prossime settimane.

Le difficoltà di Samsung rispecchiano una fase di pressione per l’intera industria stretta tra margini in declino e una crescente saturazione del segmento smartphone. In Cina, Samsung, che un tempo aveva il dominio di mercato, si trova di fronte l’agguerrita concorrenza dei vendor locali emergenti, primo fra tutti Xiaomi, agile start-up in veloce crescita. Le alternative low-cost stanno rosicchiando quote di mercato a Samsung anche in altre aree del Sud-est asiatico e in India.

Call4ideas CARDIF
Il Next Normal di Open-F@b?Call4Ideas. Proponi il tuo progetto innovativo!
Digital Transformation
Open Innovation

Per contrastare il trend in atto sul mercato smartphone, Samsung è stata costretta a basarsi sulle vendite di altri rami dell’azienda, come i semiconduttori e altre tecnologie; il vendor non ha tuttavia fornito il dettaglio di quanto rendono i singoli rami di attività.

Inoltre, nonostante l’intensificarsi della concorrenza sul mercato degli smartphone, gli analisti guardano con interesse al prossimo rilascio del Galaxy S6, il prossimo modello di punta di Samsung.

La casa sud-coreana si trova ad affrontare una fase critica anche a livello manageriale. Il suo presidente Lee Kun-hee è malato dallo scorso maggio, quando ha subito un infarto, e questa situazione getta ombre sulla futura leadership e le prossime strategie dell’azienda. L’erede del gruppo, Lee Jae-yong, si oppone per ora a radicali cambiamenti nel management (invocati dagli azionisti per rivitalizzare il business degli smartphone) mentre suo padre si trova in ospedale e nonostante gli analisti pensino che sarà difficile per Samsung ribaltare le sorti dell’azienda con l’attuale leadership.