Samsung scommette 300 mln di dollari sull'auto autonoma - CorCom

AUTOMOTIVE

Samsung scommette 300 mln di dollari sull’auto autonoma

La casa sud-coreana lancia un fondo di investimento dedicato all’automotive e metterà a punto software open-source per il driverless. Aperta anche una nuova unit per la connected car: “Offriamo tecnologie, non faremo i costruttori”

15 Set 2017

Patrizia Licata

Il colosso sud-coreano dell’elettronica Samsung ha raggruppato i suoi recenti investimenti nel settore dell’automotive – compresa l’acquisizione a inizio anno di Harman, azienda specializzata in sistemi per auto connesse, in una nuova strategia che poggia su due pilastri: un fondo di investimento e una nuova divisione aziendale. L’obiettivo non è fabbricare macchine, ma collaborare con i costruttori e gli innovatori del settore della mobilità fornendo software per l’auto connessa e autonoma.

Nello specifico, il nuovo Samsung Automotive innovation fund ha una dotazione di 300 milioni di dollari e investirà in tecnologie come sensori, machine vision, sistemi computazionali ad altissime prestazioni, intelligenza artificiale, connettività Internet, sicurezza anti-hacker e protezione dei dati. La prima operazione finanziaria è l’investimento in TTTech, azienda che ha sviluppato le tecnologie per la guida semi-autonoma della nuova Audi A8, ma Samsung ha invitato altre start up e tutte le aziende del settore automotive a unirsi allo sforzo congiunto: l’intenzione è creare una piattaforma software per la guida autonoma in modalità open-source, nello spirito della open innovation e collaboration.

Anche la nuova divisione Harman Autonomous/Adas strategic business unit (SBU) svilupperà una piattaforma tecnologica per gestire le diverse funzioni dell’auto connessa, specificamente rivolta ai costruttori e con un focus su sicurezza e guida driverless. Harman SBU lavorerà a fianco dei centri di innovazione sulle macchine intelligenti di Samsung. “E’ un periodo di trasformazione eccezionale nell’industria dell’auto e siamo emozionati di poter giocare un ruolo da protagnosti nel dar forma a un futuro in cui l’auto sarà più intelligente”, ha dichiarato Young Sohn, president e chief strategy officer di Samsung Electronics e presidente del board di Harman. “In alleanza con costruttori, fornitori e start up, renderemo l’esperienza di guida più conveniente, divertente e sicura”.

Le soluzioni Adas, ovvero le tecnologie per l’assistenza alla guida, sono molto richieste dal mercato, ha aggiunto Dinesh Paliwal, president e Ceo di Harman: “Samsung e Harman rispondono a un appello dell’industria dell’auto: saremo il partner definitivo per le tecnologie integrate per l’auto connessa e autonoma”.

Samsung ha già investito in passato in start up dell’automotive come Altmotive e Renovo (guida autonoma), Quanergy, TetraVue e Oculii (sensori), Autotalks e Valens (connettività), Graphcore (high-performance computing). L’azienda ha anche le autorizzazioni per i test della tecnologia (hardware e software) per la guida autonoma in Corea e California.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
Automotive
D
driverless
H
Harman
S
Samsung