Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL PROGETTO

San Marino primo Stato 5G d’Europa, accesa l’antenna

La struttura è conforme allo standard 3Gpp. Entro il 2018 completata la copertura in tutto il Paese. In campo Tim e Nokia

04 Set 2018

F. Me

San Marino primo Stato 5G. L’accensione del primo sito 5G conforme allo standard 3Gpp Rel15 è il primo traguardo raggiunto grazie allo sforzo condiviso da Tim, la sua controllata Tim San Marino, Nokia e il Governo di San Marino per la sperimentazione. Il piano di rete del progetto, la cui prima tappa è stata raggiunta grazie alla banda di frequenze 3,5 GHz messa a disposizione dal Governo, prevede di completare la copertura 5G entro la fine dell’anno.
 
Nello specifico, a Faetano è stato installato un apparato radio a standard 3Gpp Rel15, dotato di tecnologia “Massive-Mimo”, un’antenna capace di gestire contemporaneamente decine di segnali radio in entrata e in uscita, in grado di adattarsi dinamicamente alla posizione dei singoli utenti e alla domanda di traffico. La soluzione “end to end” Nokia prevede, inoltre, la virtualizzazione sia delle componenti di rete sia dell’accesso radio.
“L’installazione del primo sito 5G a standard 3Gpp –  commenta Elisabetta Romano, Chief Technology Officer di Tim – corona un virtuoso percorso di innovazione iniziato da Tim alcuni anni fa anche in seno agli Enti di Standardizzazione, contribuendo dapprima alla raccomandazione Itu R ‘Vision’, che ha definito i concetti fondanti del 5G, ed in seguito guidando le specifiche tecniche del 3GPP della rel15 e successive”.
Completati i test presso il centro di ricerca e innovazione di Tim a Torino che hanno testato per la prima volta in Europa la tecnologia a standard 5G basata sulle onde millimetriche (26 GHz) nella gamma di frequenze (26,5-27,5 GHz) Tim e Nokia  inizieranno entro la fine di settembre l’installazione degli apparati 5G a 26 GHz, al fine di testarne le potenzialità in campo con terminali 5G equipaggiati con entrambe le bande, rendendo così San Marino un laboratorio a cielo aperto per la sperimentazione di servizi innovativi basati sul 5G. Industria 4.0, sicurezza pubblica, smart city e turismo digitale sono gli ambiti interessati dai servizi innovativi abilitati grazie alle potenzialità del 5G.
 
“Nokia ha sviluppato il portafoglio di soluzioni end-to-end ‘5G Future X’ in grado di offrire prestazioni senza precedenti che permetteranno agli operatori come TIM di trasformare l’offerta di servizi – spiega Marc Rouanne, Direttore Mobile Networks di Nokia – Attraverso la nostra collaborazione, esploreremo il potenziale dei servizi 5G per soddisfare le esigenze di aziende e privati”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

5
5g
N
Nokia
S
San Marino
T
TIM

Articolo 1 di 5