Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'INTERVISTA

Sanità digitale “data driven”, l’Asst di Vimercate si affida a Dedagroup

Il direttore dei sistemi informativi dell’azienda sanitaria, Giovanni Delgrossi: “Mettiamo al centro i bisogni del cittadino-paziente riorganizzando processi interni e innovando i servizi”

29 Nov 2019

Federica Meta

Giornalista

Mettere la persona al centro della digitalizzazione dei servizi clinici. È questa la bussola che muove i piani di innovazione dell’Asst di Vimercate. Della strategia messa in campo ne parliamo con Giovanni Delgrossi, Direttore sistemi informativi.

Che significa, in concreto, mettere la persona al centro della digitalizzazione?

Significa in buona sostanza immaginare e realizzare progetti che non abbiano come obiettivo soltanto la riduzione dei costi per l’azienda sanitaria e l’efficientamento dei servizi, ma anche la costruzione di un ecosistema in grado di rispondere alla sempre maggiore richiesta di prevenzione e cura da parte dei cittadini-pazienti. Significa abilitare un servizio sanitario di qualità, personalizzato e disponibile in modo veloce, continuo.

Come si può rispondere a queste richieste?

È cruciale costruire un nuovo modello di servizio basato su dati e processi integrati in grado di strutturare una nuova relazione con il cittadino su due ambiti prioritari: la tutela della salute, intesa come prevenzione e cura, e l’ottimizzazione dei processi interni – organizzativi e amministrativi – finalizzati a liberare risorse e tempo da dedicare ai pazienti.

L’Asst di Vimercate che tipo di iniziative ha messo in campo per raggiungere questi obiettivi?

Abbiamo gradualmente introdotto nuovi servizi applicativi e informativi per offrire agli operatori sanitari la possibilità di usufruire in modo agevole e tempestivo dei dati e delle informazioni dei pazienti per garantire percorsi di cura il più efficaci possibili. Contestualmente abbiamo messo a disposizione dei cittadini servizi per facilitare l’accesso alle strutture ospedaliere e ambulatoriali. Penso, ad esempio, al servizio di pronto soccorso, che consente al paziente di monitorare in tempo reale la propria pratica clinica, rendendo più snello il sistema di accoglienza. Ciò che vogliamo comunicare al cittadino-paziente è che esiste un sistema sanitario in grado di governare i processi in modo trasparente e che, in questo quadro, eventuali rallentamenti o disservizi sono identificati in tempi rapidi.

Come contribuisce Dedagroup al vostro impegno per la digitalizzazione?

L’Asst di Vimercate si è avvalsa del supporto di Dedagroup nel processo di trasformazione digitale, soprattutto per quanto riguarda il tema dell’interoperabilità tra il nostro sistema informatico e il sistema sanitario regionale e nazionale. Utilizzando la soluzione HealthShare di Intersystems come piattaforma di integrazione dei diversi sistemi dipartimentali, Dedagroup ha contribuito attivamente alla creazione di una visione unitaria dei dati riferiti al singolo paziente, fondamentale per gli addetti ai lavori. L’interoperabilità fra sistemi è, infatti, alla base del fascicolo sanitario elettronico, testa d’ariete della digitalizzazione del sistema sanitario. Dedagroup ci supporta poi nell’evoluzione del sistema di gestione documentale e nell’automazione degli iter amministrativi, con particolare riferimento all’affiancamento nel percorso di change management intrapreso dall’ente.

Come state lavorando sul fronte fascicolo sanitario elettronico?

L’Asst di Vimercate ha collaborato attivamente allo sviluppo e alla diffusione del progetto regionale Crs-Siss, promuovendo in ogni ambito la dematerializzazione della documentazione clinica a favore della creazione di un Fascicolo Sanitario Elettronico individuale, facilmente accessibile da parte degli operatori sanitari e dal cittadino. In tale contesto, la digitalizzazione della Cartella Clinica Elettronica, compiutamente implementata in tutti i Presidi Ospedalieri dell’Azienda, rappresenta l’esperienza più significativa, la cui prossima evoluzione prevede l’introduzione di tecnologie per il Supporto Clinico Decisionale attraverso il ricorso ad architetture di Big Data Analytics per lo sviluppo di analisi predittive ed algoritmi di Machine Learning.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

G
giovanni delgrossi

Aziende

D
dedagroup

Approfondimenti

E
e-health
S
sanità digitale

Articolo 1 di 5