USE CASE

Scuderia Ferrari “corre” sul digitale con Dxc Technology

Siglato un accordo pluriennale per la progettazione di soluzioni di nuova generazione nell’ambito dell’automotive con l’obiettivo di migliorare le prestazioni e arricchire l’esperienza di guida. Strategia software a lungo termine che potrà essere implementata nelle auto sportive che verranno prodotte a partire dal 2024

Pubblicato il 05 Mag 2023

ferrari-160318171851

Progettare soluzioni digitali di nuova generazione nell’ambito dell’automotive, con l’obiettivo di migliorare le prestazioni e arricchire l’esperienza di guida. E’ l’obiettivo dell’accordo pluriennale siglato fra Dxc Technology e Scuderia Ferrari, la divisione corse di Ferrari.

Dxc Technology fornisce tecnologie end-to-end personalizzate per offrire soluzioni ingegneristiche in grado di potenziare l’industria automobilistica e sta lavorando con Ferrari per sviluppare soluzioni digitali unificate e scalabili che modernizzino le capacità di informazione del veicolo. Questo consentirà di sviluppare una strategia software a lungo termine che potrà essere implementata nelle auto sportive Ferrari che verranno prodotte a partire dal 2024.

Il logo Dxc su vetture, tuta e casco

Insieme alla Scuderia Ferrari, Dxc combinerà le tecnologie collaudate in Formula 1 con le più recenti interfacce uomo-macchina (Hmi). Inoltre, il logo Dxc apparirà sul sistema di protezione esterno “Halo” delle vetture di Formula 1 della Scuderia Ferrari, nonché sulla tuta da gara, sul casco e su altri accessori del pilota, a partire dal 5 maggio in occasione del Gran Premio di Formula 1 di Miami.

WHITEPAPER
Kubernetes: tutto quello che devi sapere. Trend, prospettive e strategie di successo
Sviluppo Software
Cloud storage

“Ormai sono diversi anni che lavoriamo con Ferrari sulle loro infrastrutture essenziali e siamo orgogliosi di aggiungere una partnership che ci permette di accompagnarli verso un futuro tecnologico”, dichiara Michael Corcoran, Global lead Dxc Analytics & Engineering. “Siamo impegnati nell’innovare la tecnologia che migliori le capacità di informazione del veicolo e l’esperienza di guida per tutti”.

Nuovo step verso veicoli software-defined

Il passaggio ai veicoli software-defined rende lo sviluppo del software automobilistico sempre più importante perché permette di migliorare l’esperienza in auto e avvicina i guidatori ai produttori automobilistici.
“Siamo lieti di avviare questa partnership con Dxc Technology, che già fornisce infrastrutture ICct e interfacce uomo-macchina per i sistemi critici della Ferrari e con la quale in futuro esploreremo ulteriori soluzioni di gestione delle risorse software”,  dichiara Lorenzo Giorgetti, Chief Racing revenue officer di Ferrari.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5