L'AVVISO DEL MIUR

Scuola, 455 milioni di fondi per digitalizzare aule e segreterie

Le risorse, stanziate nell’ambito dell’iniziativa React-Eu, potranno essere utilizzate per l’acquisto di monitor interattivi per la didattica e dispositivi informatici. C’è tempo fino al 1° ottobre per inoltrare le richieste

09 Set 2021

Domenico Aliperto

scuola-170905152950

Un fondo da 455 milioni di euro per la digitalizzazione delle aule scolastiche e delle segreterie. Si tratta di risorse europee stanziate nell’ambito dell’iniziativa React-Eu che potranno essere utilizzate per l’acquisto di monitor digitali interattivi per la didattica, ma anche di attrezzature informatiche per la digitalizzazione amministrativa.

Nuove risorse per rendere didattica e burocrazia sempre più innovative

Lo stanziamento, si legge in un avviso pubblicato sul sito del Ministero dell’Istruzione, ha l’obiettivo di sostenere la digitalizzazione delle scuole, favorendo l’innovazione didattica e l’utilizzo delle metodologie didattiche innovative, la velocizzazione dei processi burocratici, una migliore comunicazione all’utenza.

WHITEPAPER
Sfide di mercato, strategie e strumenti per la nuova INDUSTRY4.0, con il digitale al centro
Automotive
IoT

L’intervento, finanziato con Fondi strutturali europei e ricompreso all’interno del complessivo Piano nazionale di ripresa e resilienza, si articola in due moduli: il primo prevede l’acquisto di monitor digitali interattivi touch screen da collocare nelle classi del primo e del secondo ciclo di istruzione, nonché dei corsi dei Cpia. Il secondo prevede l’acquisto di attrezzature digitali per gli uffici di segreteria.

I termini per aderire al finanziamento

Sono ammessi a partecipare le istituzioni scolastiche statali e i Centri provinciali per l’istruzione degli adulti (Cpia) appartenenti alle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto.

L’importo totale del finanziamento per ciascuna istituzione scolastica del primo e del secondo ciclo è determinato tenendo conto del numero complessivo delle classi, sulla base di specifiche percentuali di ripartizione dei costi. Per i Cpia si terrà conto del numero complessivo degli studenti.

Le candidature possono già essere presentate dall’apposita area collegandosi a questo indirizzo fino alle ore 12.00 dell’1 ottobre 2021. Gli interventi dovranno essere realizzati, collaudati e conclusi non oltre il 31 dicembre 2022.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4