Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

PA DIGITALE

Scuola, debutto online per il portfolio dei dirigenti

Attivo da oggi sul sito del Miur lo strumento ideato per supportare lo sviluppo professionale e i processi di valutazione dei vertici scolastici. C’è tempo fino al 30 giugno per la compilazione

27 Apr 2017

Andrea Frollà

Curriculum, bilancio delle competenze, obiettivi e azioni professionali dei dirigenti scolastici viaggiano in Rete. La valutazione dei vertici scolastici italiani entra nel vivo da oggi. Sul sito del ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca (Miur), è online la versione elettronica del portfolio del dirigente scolastico. Una novità pensata per consentire a chi opera negli istituti di analizzare i propri compiti e competenze, nonché di fare il punto sugli obiettivi di miglioramento. Sarà, spiega una nota del Miur, uno strumento di supporto per il loro sviluppo professionale, ma anche uno strumento chiave per il processo di autovalutazione e di valutazione.

Il portfolio digitale è composto da quattro sezioni. La prima riguarda l’anagrafe professionale, che raccoglie informazioni professionali, dal titolo di studio agli incarichi ricoperti, sarà compilata dalle e dai dirigenti e verrà resa pubblica.

La seconda si riferisce all’autovalutazione e al bilancio delle competenze. Ogni dirigente potrà compilarla (non è obbligatorio) analizzando le personali capacità di gestione, valorizzazione del personale, promozione della partecipazione, monitoraggio e rendicontazione. Questa sezione consentirà a ciascuna e ciascun dirigente di riflettere sui propri punti di forza e debolezza, nell’ottica del miglioramento della propria professionalità.

WHITEPAPER
Come è cambiato in Italia il quadro normativo dei pagamenti digitali verso la PA?

La terza parte, obbligatoria, è particolarmente rilevante ai fini della valutazione e dedicata agli obiettivi e alle azioni professionali. Come la sezione sull’anagrafe, sarà obbligatoria e pubblica, sarà compilata dai dirigenti scolastici, chiamati a descrivere le azioni realizzate per raggiungere gli obiettivi previsti dal Piano di miglioramento della loro scuola.

Infine la quarta, dedicata alla valutazione e agli eventuali consigli di miglioramento. Questa parte sarà riservata al Nucleo di valutazione, al Direttore dell’Ufficio scolastico regionale competente e al dirigente scolastico.

Per la compilazione c’è tempo fino al 30 giugno. Il Miur ha messo a disposizione un video tutorial dedicato. Le dirigenti e i dirigenti hanno comunque già avuto, lo scorso 8 febbraio, una versione cartacea del portfolio per poter familiarizzare con lo strumento. La versione on line, sottolinea il ministero, “è intuitiva e di facile utilizzo, facilita la compilazione e non richiede un investimento di tempo gravoso: si tratta di fare sintesi di informazioni e documenti già in possesso e soprattutto di evidenziare il proprio specifico professionale per il perseguimento degli obiettivi di miglioramento della scuola”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

D
digitale
D
dirigenti
P
pa
S
scuola