Sirmi: l'Italia torna a investire in notebook e desktop. In tre mesi +22% - CorCom

RAPPORTO SIRMI

Sirmi: l’Italia torna a investire in notebook e desktop. In tre mesi +22%

Sirmi: il mercato Ict in flessione del 3,4% ma nel secondo trimestre rallenta il calo rispetto a un anno fa. La “ripresa” dovuta in particolare alla nuova ondata di spesa in pc. Ma preoccupa la frenata dei tablet

04 Set 2014

L.M.

È complessivamente in calo il mercato Ict in Italia nel secondo trimestre 2014 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno: lo rileva Sirmi, società di ricerche che ha raccolto, analizzato e pubblicato i dati relativi all’andamento del Mercato della Digital Technology e dei suoi diversi comparti da aprile a giugno di quest’anno.

I dati mostrano un mercato Ict complessivamente in calo del 3,4% rispetto all’analogo trimestre 2013, segno che la crisi economico-finanziaria italiana e globale è ancora in atto. ll trend negativo della spesa Ict è tuttavia in rallentamento, per effetto della ripresa degli investimenti in Desktop, Notebook, Server e in apparati per reti mobili.

Sirmi analizza poi i due settori dell’Ict, ovvero IT e Tlc. Nel Settore IT, che decresce complessivamente del 2,2%, il calo più accentuato della spesa riguarda i servizi, in particolare quelli di Sviluppo, che decrescono anno su anno di oltre il 4%. Peggiora il trend della spesa in prodotti software rispetto allo stesso trimestre del 2013 (-1,5% contro +0,3%), mentre rallenta il decremento della spesa in prodotti hardware (-1,5% contro -4,9%).

Nel mercato Tlc, che cala complessivamente del 4%, la componente Mobile evidenzia un rallentamento del decremento (-4,2% contro il -7,4% nello stesso trimestre del 2013), per effetto della ripresa degli investimenti in apparati mobili, sia da parte delle telco sia degli utenti (dunque anche smartphone), mentre la componente fissa non mostra segnali di ripresa della spesa (-3,8%).

Con oltre 1.825.000 unità consegnate, nel secondo trimestre del 2014, il mercato dei Client ha registrato un incremento del 5,1% rispetto al secondo trimestre del 2013.

Fatta eccezione per i Tablet, in calo del 9,5% a causa della progressiva saturazione del mercato, tutte le altre categorie di prodotti evidenziano una crescita sostenuta rispetto al corrispondente trimestre dell’anno precedente. In particolare i segmenti Desktop e Notebook crescono entrambi di oltre il 22% in volume.

Confrontando i risultati di vendita dei singoli vendor si osserva che HP conserva sostanzialmente la sua quota di mercato sui Desktop, mentre la accresce sui Notebook; Lenovo e Acer, i suoi principali competitor, riescono a migliorare la loro posizione di mercato sia sul segmento Desktop sia sul segmento Notebook.

Nel secondo trimestre del 2014 il fatturato totale realizzato dagli Hardware Vendor in Server ammonta complessivamente a 128,3 milioni di euro, con un incremento del 21,4% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. Crescono in fatturato tutti i segmenti del mercato Sistemi, fatta eccezione per la componente Unix e proprietari. Da rilevare l’esplosione degli investimenti in sistemi ingegnerizzati, che rappresentano un trend importante del mercato IT.

Il Mercato Storage registra nel secondo trimestre del 2014 un fatturato complessivo, ovvero come somma delle componenti Hardware e Software, di circa 120 milioni di euro, con una lieve crescita anno su anno (+1,7%).

Argomenti trattati

Approfondimenti

D
Digital Technology
I
ict
I
IT
S
sirmi
T
tlc