Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA LINEA

Sirti firma il sistema di controllo dei tram di Firenze

L’azienda ha preso parte alla realizzazione del prolungamento della linea 1. Si è occupata dei sistemi trasmissivi e informativi, del sistema di bigliettazione, degli impianti semaforici e di parte dei sistemi ad alto contenuto tecnologico, come il posto centrale di comando

25 Lug 2018

Giorgia Pacino

Sul tram di Firenze c’è posto anche per Sirti. La società, specializzata in progettazione e gestione di infrastrutture di rete, ha preso parte alla realizzazione del prolungamento della linea 1 della tramvia di Firenze, la nuova linea 3 inaugurata nelle scorse settimane.

L’opera è lunga circa 4 km, con 12 fermate, e va da Firenze Santa Maria Novella fino all’ospedale di Careggi. Sirti si è occupata della realizzazione turn key di tutti i sistemi trasmissivi e informativi, del sistema di bigliettazione, degli impianti semaforici e di parte dei sistemi ad alto contenuto tecnologico come il posto centrale di comando e controllo, il cuore della gestione integrata del sistema tranviario.

Quest’ultimo comprende il sistema di telecomando delle sottostazioni elettriche e della trazione elettrica denominato Dote, Dirigente operativo trazione elettrica. Si tratta di un sistema per gestire l’alimentazione sulla linea. È previsto anche un sistema di supervisione degli impianti tecnologici tranviari, per la gestione del sistema di Tvcc, la videosorveglianza a circuito chiuso, delle informazioni al pubblico in fermata e delle comunicazioni radio con i tram.

Grazie al sistema Urban Traffic Control (Utc), miglioreranno i tempi di percorrenza. Si potrà infatti gestire la priorità semaforica tramviaria mediante un’analisi accurata delle previsioni di arrivo dei tram agli incroci. Infine, sono stati implementati anche software dedicati alla gestione centralizzata del sistema di bigliettazione e ai sistemi Tvcc di fermata, mediante il video management.

“Sirti continua a realizzare sistemi ad alto contenuto tecnologico per il trasporto urbano – oltre che quello ferroviario – grazie alla capacità di system integrator e alle proprie competenze trasversali”, spiega Roberto Chieregati, vp Transportation di Sirti. “Il trasporto pubblico urbano è un elemento importante per lo sviluppo del territorio che richiede grande attenzione agli aspetti legati alla sostenibilità e alla sicurezza. Risultati raggiungibili grazie al miglioramento continuo e allo sviluppo di soluzioni tecnologiche che Sirti ha da sempre come obiettivo primario della propria ricerca”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

F
firenze
S
sirti
T
tramvia

Articolo 1 di 5