RIFIUTI

Sistri, si stringe sulla gara: intesa Consip-ministero Ambiente

La spa del Mef farà il bando l’affidamento in concessione dello sviluppo e della gestione del sistema di tracciabilità dei rifiuti. Il ministro Galletti: “Priorità trasparenza e legalità, unite a economicità e semplificazione per le imprese”

20 Feb 2015

F.Me.

Si aprono le danze per la gara del Sistri. È stata stipulata oggi la convenzione con cui il Ministero dell’Ambiente affida a Consip il compito di espletare la gara per la concessione del sistema.

“Sul Sistri – spiega il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti – teniamo fede all’impegno preso fin dal primo giorno di questo governo. La priorità per noi è la trasparenza e la difesa della legalità attraverso uno strumento che sia fattore di economicità di gestione e semplificazione per le imprese. Contiamo di avere, nei termini previsti dalla legge, il bando per la nuova concessione e quindi un sistema aggiornato e funzionale”.

Il Sistri (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti) nasce con il compito di gestire in modalità informatica gli adempimenti relativi alla gestione dei rifiuti speciali pericolosi. Obiettivi dell’evoluzione del Sistema sono la semplificazione delle procedure e degli adempimenti e la gestione innovativa ed efficiente del processo, con caratteristiche di trasparenza e prevenzione dell’illegalità. Il servizio è attualmente erogato in regime concessorio da Selex Sema.

Il ministero si avvale della Consip nella sua qualità di centrale di committenza ai sensi delle norme vigenti in materia di appalti pubblici.

WHITEPAPER
Vita da CEO: quali sono gli strumenti necessari ai manager per vincere le sfide professionali
CIO
Digital Transformation

In particolare, sono affidati a Consip: l’analisi della documentazione relativa al sistema di tracciabilità Sistri attualmente in uso; la rilevazione dei requisiti funzionali finalizzati all’affidamento della concessione; la definizione della strategia per la procedura di affidamento; la predisposizione della documentazione di gara, ivi compresi i documenti tecnici e la successiva gestione della procedura.

“Questa iniziativa – spiega l’Ad di Consip Domenico Casalino – nasce dall’esperienza che Consip ha maturato in questi anni, realizzando progetti innovativi per la Pubblica Amministrazione che sfidano le imprese sul terreno dell’innovazione e generano opportunità di sviluppo ed occupazione per il sistema Paese”.

La cooperazione ministero dell’Ambiente-Consip persegue princìpi di economicità di gestione, trasparenza e semplificazione, interoperabilità tra sistemi informatici e costante aggiornamento tecnologico, nel percorso della trasformazione digitale dei processi gestionali pubblici, per rendere digitale il dialogo tra Pubblica Amministrazione, imprese e cittadini.