Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Siti Web, sex.eu attivo da oggi

Dopo la sentenza della Corte d’appello di Bruxelles, il portale sarà concesso al primo richiedente in lista dal “sunrise period”

12 Dic 2011

Dopo cinque anni di azioni legali si è concluso oggi il caso
sull’assegnazione del nome di dominio sex.eu. A riferirlo una
nota di EuRid, il registro del .eu.

Facendo seguito a una sentenza della Corte d'appello di
Bruxelles, sex.eu è attivato da oggi 12 dicembre 2011 e concesso
al primo richiedente in lista dal cosiddetto “sunrise
period”.

EuRid ha accettato richieste per i nomi del dominio .eu, tra il 7
dicembre 2005 e il 6 aprile 2006, periodo noto come “sunrise
period”. Durante il sunrise, le registrazioni .eu erano
disponibili soltanto per le organizzazioni e le persone fisiche,
come ad esempio i titolari di un marchio commerciale registrato,
che potevano comprovare un diritto prioritario rispetto ad un
determinato nome e, di conseguenza, avevano il diritto di
rivendicare il nome a dominio .eu corrispondente. Sex.eu ha
ricevuto il numero più elevato di richieste nel giorno di apertura
del Sunrise e, da allora, è stato oggetto di controversie
giuridiche.

"Sebbene la risoluzione del caso sex.eu – spiega il registro –
possa attirare l'attenzione per i possibili collegamenti con la
pornografia, la recente ricerca pubblicata da EuRid conclude che,
contrariamente all'opinione comune secondo cui Internet ospita
un numero molto elevato di siti Web a contenuto pornografico, la
pornografia riguarda mediamente soltanto lo 0,4% dei siti
Web".