Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

M&A

Amazon sbarca nella domotica, acquisizione da 1 miliardo di Ring

In vista l’acquisto dell’azienda produttrice di “campanelli smart” che consentono consegne di pacchi anche in assenza del destinatario. Guanto di sfida a Google e Apple sul terreno della smart home

28 Feb 2018

Amazon mette un piede nella domotica: un piede che vale 1 miliardo di dollari. L’azienda guidata da Jeff Bezos ha acquisito Ring, produttore di campanelli e videocamere connessi a Internet. La mossa si configura come un guanto di sfida a Apple, Amazon, Google e Samsung sul terreno della smart home.

La transazione vale 1 miliardo di dollari, secondo il Financial Times: se confermato si tratterebbe di una delle maggiori acquisizioni del gruppo. Con questa operazione, Amazon intende connettere prodotti e servizi legati alla sua assistente vocale Alexa.

Lo scorso ottobre il gruppo aveva lanciato Amazon Keys, servizio abbinato a Cloud Cam, la telecamera smart che consente di sorvegliare la propria casa: soluzione con cui l’azienda puntava a recapitare la merce ordinata sulla piattaforma online dentro le pareti domestiche dei clienti.

Con Ring Amazon promette di portare a un altro livello la sicurezza in casa: il campanello smart è connesso a una camera che permette a chi lo possiede di vedere su smartphone, computer o speaker a marchio Echo chi si è presentato davanti alla propria porta di ingresso. Ringdichiara di essere “impegnata nella missione di ridurre il crimine nei quartieri fornendo strumenti efficaci ed economicamente abbordabili ai nostri ‘vicini’ che hanno un impatto positivo sulle nostre case, le nostre comunità e il mondo”.

Intanto si espande in altre 6 città Usa ReCode, negozio senza casse e commessi lanciato a fine gennaio solo a Seattle. ILa sede scelta per la metropoli californiana sarebbe un centro commerciale di 180 mila metri quadrati. A Seattle, invece, Amazon avrebbe individuato almeno altre tre location per i suoi negozi automatici. L’obiettivo dell’azienda è rendere lo shopping più rapido, senza cassieri e senza code.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

A
amazon
R
ring

Articolo 1 di 5