L'INIZIATIVA

Nasce Milano Smart City Alliance: pubblico e privato digitalizzano la città

L’alleanza tra imprese, istituzioni e stakeholders punta a ideare progetti catalizzatori dedicati a un modello di sviluppo urbano basato su innovazione, sostenibilità e collaborazione. Il primo programma sarà focalizzato sulla cybersecurity

Pubblicato il 19 Mar 2021

Domenico Aliperto

milano-170424165805

Lavorare in sinergia e fare sistema tra imprese per favorire lo sviluppo della città del futuro in chiave smart, grazie a progetti condivisi e innovativi a beneficio di cittadini e aziende. Con questo spirito è nata la ‘Milano Smart City Alliance’, un’alleanza tra imprese che, in partnership con istituzioni e stakeholders del territorio (in particolare il Comune di Milano), agisce ideando progetti catalizzatori e sostenendo iniziative per promuovere un modello di sviluppo urbano basato su innovazione, sostenibilità e collaborazione.

Le finalità del progetto

La ‘Milano Smart City Alliance’, si legge in una nota, è promossa da Assolombarda ed è formata ad oggi da un comitato di nove imprese: A2a Smart City, Accenture, Atm, Cisco, Coima, Enel X, Ibm, Siemens, Tim. Il progetto sostiene l’open innovation affinché stimoli imprese e start up a impegnarsi nella creazione di nuove soluzioni e progetti smart con un significativo impatto per la città in ambiti come la digitalizzazione, la sicurezza e l’utilizzo dei dati, ambiente ed energia, la mobilità sostenibile e le nuove modalità di lavoro.

WHITEPAPER
Smart Building: a quanto ammonta il loro valore di mercato nel nostro Paese?
Proptech
Smart city

“Con la ‘Milano Smart City Alliance’ le imprese, facendo sistema, danno un contributo concreto per costruire un futuro sostenibile e resiliente, creando una città più facile e piacevole da vivere per cittadini e imprese. Un esempio sono i progetti sul coworking, grazie ai quali l’Alliance sta dando una mano importante per fronteggiare e traguardare la crisi Covid 19”, dichiara Gioia Ghezzi, Vicepresidente di Assolombarda con delega a Sviluppo sostenibile e Smart Cities e Presidente della ‘Milano Smart City Alliance’. “La città si sta dotando di un modello di crescita nel quale pubblico e privato, insieme ai cittadini, collaborano nella identificazione delle priorità. E, in questa direzione, la ‘Milano Smart City Alliance’ crea sinergie tra progetti esistenti e lancia nuove iniziative in ambito smart; nuovi modi di collaborare e lavorare tra imprese, istituzioni e cittadini. Da qui nascono progetti concreti, che vanno dall’utilizzo di tecnologia e software per aumentare la resilienza ad eventi meteo alle ‘near working communities’ per favorire il lavoro vicino alla propria abitazione, fino a piattaforme comuni di dati. In questo modo è possibile sviluppare un ecosistema innovativo che stimoli l’attrattività del territorio, la competitività delle aziende e la loro internazionalizzazione. Le imprese, attori strategici per la tenuta e la ricostruzione della nostra economia e società, sono pronte per giocare di squadra e per fare la loro parte nel progettare la miglior città possibile”.

Primo step: spazio alla cybersecurity

CyberSecureCity’ è la prima iniziativa della ‘Milano Smart City Alliance’, realizzata in collaborazione con il Comune di Milano, allo scopo di diffondere maggiormente la cultura digitale della sicurezza. Infatti, la trasformazione digitale è tra i principali aspetti sui quali intervenire per costruire una città sempre più smart. Si tratta di un fenomeno che a causa della pandemia ha subito una grande accelerazione creando, insieme a diversi aspetti positivi, anche qualche criticità: tra queste, l’esposizione di un numero sempre maggiore di utenti e di una mole crescente di attività e servizi ai rischi connessi al cyber crimine.

Attraverso questo progetto, presentato oggi durante l’evento “CyberSecureCity: imprese e istituzioni sviluppano azioni concrete per città digitali e protette”, Assolombarda mette a disposizione del Comune di Milano l’esperienza sviluppata nella realizzazione della sua piattaforma Cybersecurityalliance, uno strumento di comunicazione e dialogo tra l’Associazione e la Polizia Postale per condividere con le imprese le informazioni tecniche sugli attacchi informatici, insieme ai relativi aggiornamenti di sicurezza.

A questo si aggiungono iniziative di carattere informativo e formativo rivolte ai dipendenti delle pubbliche amministrazioni, ai cittadini, alle imprese e alle scuole, con l’obiettivo di divulgare nozioni utili a fronteggiare i rischi connessi all’uso delle nuove tecnologie.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link