Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

INNOVAZIONE

Smart city, a L’Aquila la scuola per giovani sviluppatori

Dal 22 al 28 luglio, presso il Gran Sasso Science Institute, 30 studenti provenienti da 19 Paesi “studieranno” come trasformare in realtà l’idea di città intelligente

22 Lug 2019

Confluiranno all’Aquila da ogni parte del mondo i progettisti delle città del futuro. A loro è rivolta Smart City looks like”, una scuola internazionale estiva sul tema delle città intelligenti, che si terrà al Gran Sasso Science Institute (Gssi) dal 22 al 28 luglio.

Nella settimana di lezioni, 30 giovani ricercatori provenienti da 19 paesi studieranno come trasformare in realtà l’idea di smart city – una città efficiente, verde, aperta all’innovazione e alla partecipazione, che attrae talenti, crea lavoro e produce benessere. Oltre che sull’internazionalità, la summer school organizzata da Leonardo Mariani dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca e da Ludovico Iovino del Gssi punta anche sull’interdisciplinarità.

Ciascun partecipante porterà nella scuola competenze diverse, che vanno dall’informatica all’economia, passando per l’urbanistica e l’architettura. Tra i relatori anche Antonio Puliafito, dell’Università di Messina; Julian Tait, cofondatore e ceo di Open Data Manchester.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

S
smart city

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link