Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

INNOVAZIONE

Trasporto ferroviario, l’evoluzione digitale è made in Italy

Almaviva, solution provider leader sul mercato italiano, ha perfezionato sistemi di bordo sofisticati e soluzioni end to end che mettono il passeggero al centro. Un’eccellenza tecnologica pronta a viaggiare nel mondo

14 Feb 2018

Pare un’era geologica fa ma sono passati poco più di dieci anni da quando era il capotreno ad alzare una cornetta analogica per annunciare la fermata successiva. Oggi un convoglio di 5 carrozze contiene circa 200 dispositivi connessi tra loro in rete e scambia quantità enormi di dati informativi mentre viaggia anche oltre i 300 chilometri orari. Un sistema di bordo tecnologico evoluto quanto un ufficio operativo di medio-grandi dimensioni.

Indicatori di percorso e di velocità, video sui display di bordo, annunci audio, portali e app fruibili direttamente dai personal devices, permettono di informare i viaggiatori e di interagire in real time. Quanta strada hanno percorso carrozze e locomotori in soli tre lustri? A livello tecnologico moltissima. Un’onda digitale che sta trasformando ogni ambito del trasporto ferroviario.

Un moderno sistema integrato di informazione alla clientela, come quello sviluppato da Almaviva, governa oggi in modo automatizzato tutti i canali informativi e li aggiorna in tempo reale con dati provenienti da una pluralità di fonti. Più di 20.000 apparati installati su una flotta di circa 2.500 treni consentono di veicolare informazioni per 8.000 viaggi al giorno, sul suolo nazionale. E se per automatizzare i soli avvisi audio di un convoglio è necessaria l’installazione a bordo di un singolo apparato, l’equipaggiamento di una carrozza in un treno evoluto, dotato di tutti i servizi può richiedere oltre 40 dispositivi, come monitor, citofoni di emergenza, telecamere per la sicurezza, contapasseggeri e altro ancora.

Un impianto centrale permette di governare il complesso dei contenuti, dalla lingua di un annuncio al video su display di bordo, con i parametri utili affinché l’informazione arrivi in sincronia perfetta con i movimenti del treno, come ad esempio quando si arresta sulla banchina della stazione. A livello indicativo, ogni giorno in Italia, tra i sistemi di bordo e i sistemi di terra e di controllo vengono scambiate più di 1 milione di transazioni.

La differenza con un grande ufficio è che tutta questa tecnologia si sposta a una velocità che può superare i 300 chilometri all’ora, in movimento continuo per il Paese, superando montagne e gallerie. Perché la missione di aziende come Almaviva è quella di coniugare le aspettative di un pubblico ormai abituato a interagire col mondo digitale in ogni momento con le necessità tipiche di un ambiente severo e articolato come quello ferroviario.

Servizi come l’infotainment di bordo, piuttosto che l’impianto di videosorveglianza richiedono una dotazione tecnologica opportunamente dimensionata: la prossima generazione di treni avrà una rete a 20 Gbit/s, un ordine di grandezza superiore a quella presente in tante aziende.

Tutta l’infrastruttura tecnologica ha anche un secondo specifico campo di applicazione, quello dei servizi per i vettori ferroviari che di conseguenza accrescono la qualità dell’offerta ai viaggiatori: la videosorveglianza  consente di aumentare la sicurezza delle persone, il conteggio passeggeri permette di ottimizzare la pianificazione dei turni dei treni in base alle reali esigenze di trasporto, la telediagnostica ha l’effetto di ottimizzare ed efficientare i processi manutentivi.

Per poter governare la complessità, caratteristica intrinseca ai progetti di infrastrutturazione tecnologica e ai relativi servizi ICT, Almaviva ha consolidato la propria filiera investendo in operazioni straordinarie che le consentono oggi di gestire internamente progetti e processi in una logica realmente end to end. La Società italiana leader nell’IT applicato a trasporti e logistica, infatti, copre tutti i processi dalla progettazione alla realizzazione degli equipaggiamenti e degli impianti, dallo sviluppo Software al delivery, fino all’assistenza post vendita e alla manutenzione.

Due le nuove sfide per Almaviva. Da un lato, perfezionare costantemente la distintività dell’offerta valorizzando le nuove opportunità aperte dalle reti di ultima generazione (5G) e dall’esplosione dei servizi one to one al passeggero, attraverso l’interazione con i personal devices. Parallelamente, l’obiettivo è quello di proiettare sui mercati esteri questa sofisticata tecnologia Italiana, competitiva a livello globale grazie alla qualificata esperienza nel settore e all’altissimo livello della domanda del mercato nazionale.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
Almaviva
T
trasporti

Articolo 1 di 5