Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Smartphone, Andromeda e smart home: le 3 scommesse della nuova Google

In scena a San Francisco uno degli eventi di Big G più attesi degli ultimi anni. Il nuovo OS per sfidare Apple, device maggiordomi, realtà virtuale e streaming multimediale: ecco tutte le novità

04 Ott 2016

Andrea Frollà

Inizia una nuova era per Google? La domanda potrebbe suonare quasi come una sparata, ma l’evento odierno organizzato da Big G fa presagire uno sprint innovativo che potrebbe far drizzare le antenne a Apple, Samsung e altri giganti.

A partire dalle novità sulla telefonia mobile, con il lancio due nuovi smartphone Pixel e Pixel XL, che dovranno prendere il posto dei Nexus, la serie di smartphone e tablet avviata nel 2009. L’obiettivo è fare concorrenza all’iPhone7 di Apple e ai Galaxy Note 7 di Samsung, bloccati a settembre dopo i casi di surriscaldamento ed esplosione della batteria. I due nuovi modelli di Google avranno dei display rispettivamente di 5 e 5,5 pollici, un po’ più piccoli dei Nexus e avranno il sensore a impronte digitali.

C’è poi la versione rinnovata di Chromecast, il dispositivo di streaming multimediale che con il probabile supporto dell’Hdr e l’apertura verso nuove applicazioni, come YouTube e Netflix, promette più velocità di connessione e una compatibilità migliorata con i più alti standard di definizione. Un device che dovrebbe approdare sul mercato con un prezzo vicino ai 70 euro, a cui Google ha deciso di accompagnare qualche novità legata alla realtà virtuale, settore in fermento che Big G non ha mai nascosto di voler esplorare con decisione.

Spazio anche per la visione di Google per le smart home, con i device progettati per essere dei fedeli maggiordomi digitali all’interno della casa in grado di aiutare l’organizzazione e lo svolgimento delle faccende quotidiane. Naturalmente tra le novità non manca Andromeda, l’effetto della fusione fra i due sistemi operativi Chrome e Android. Sarà il nuovo smartphone Pixel a adottare la novità nel 2017. Ma la versione sperimentale dell’Os potrà girare indifferentemente su mobile, Pc e laptop.

Articolo 1 di 3