Smartphone, Apple fuori dal podio mondiale scalzata da Xiaomi - CorCom

IL SORPASSO

Smartphone, Apple fuori dal podio mondiale scalzata da Xiaomi

Secondo il report trimestrale di Gartner, a fine ottobre la società cinese ha venduto più dispositivi di quelli di Cupertino, che ha pagato lo scotto di un lancio tardivo dell’ultima generazione di iPhone. Samsung in vetta seguita da Huawei. Nel complesso il mercato globale dà segni di miglioramento, ma i consumatori tendono a rimandare la sostituzione

01 Dic 2020

Domenico Aliperto

Novità nella classifica dei produttori mondiali di smartphone stilata da Gartner: durante il terzo trimestre del 2020 Xiaomi è passata davanti ad Apple per la prima volta occupando la terza posizione con una vendita di 44,4 milioni di unità. Performance superiori per l’appunto a quelle di Cupertino, che si è attestata sui 40,5 milioni di pezzi distribuiti. Samsung ha mantenuto la la vetta del podio, con una quota di mercato del 22% e 80 milioni di device venduti, seguita da Huawei che con un vistoso calo di vendite del 21% rispetto allo stesso periodo del 2019 ha distribuito “solo” 52 milioni di dispositivi.

Le vendite di smartphone nello scenario globale

Guardando allo scenario delineato dal consueto report trimestrale di Gartner, le vendite globali di smartphone agli utenti finali hanno totalizzato 366 milioni di unità a fine ottobre 2020, in calo del 5,7% rispetto al terzo trimestre del 2019. Mentre più in generale i telefoni cellulari distribuiti sono stati 401 milioni, in calo dell’8,7%. Dopo due trimestri consecutivi con cali del 20%, le vendite trimestrali di smartphone hanno dunque iniziato a mostrare segni di ripresa. Tuttavia, le performance hanno continuato a rimanere più deboli rispetto a un anno fa.

DIGITAL EVENT, 16 GIUGNO
Customer Journey e Digital Onboarding: sali a bordo della Business Experience
CRM
Digital Transformation

“I consumatori stanno limitando la loro spesa discrezionale”, afferma in una nota Anshul Gupta, direttore della ricerca senior di Gartner. “Le vendite globali di smartphone hanno registrato una crescita moderata dal secondo trimestre del 2020 al terzo trimestre. Ciò era dovuto alla domanda repressa dei trimestri precedenti”.

Le incertezze economiche e il continuo timore della prossima ondata di pandemia continuano a esercitare pressione sulla spesa non essenziale fino alla fine del 2020. Il ritardo negli aggiornamenti della rete 5G, sottolinea Gartner, ha anche limitato le opportunità per i fornitori di smartphone.

I primi segnali di ripresa possono essere visti in alcuni mercati, comprese parti delle Asia Pacifica e America Latina. Il raggiungimento di condizioni quasi normali in Cina ha migliorato la produzione di smartphone per colmare il divario di offerta nel terzo trimestre, il che in una certa misura ha avvantaggiato le vendite”, aggiunge Gupta. “Per la prima volta quest’anno, le vendite di smartphone agli utenti finali in tre dei primi cinque mercati, ovvero India, Indonesia e Brasile, sono aumentate, rispettivamente del 9,3%, 8,5% e 3,3%”.

Samsung e Xiaomi gli unici a crescere in un mercato incerto

Samsung e Xiaomi sono stati gli unici fornitori tra i primi cinque a registrare una crescita nel terzo trimestre del 2020. Samsung ha beneficiato del suo forte posizionamento tra gli utenti Android e ha registrato vendite per 80,8 milioni di unità. Xiaomi, anche sottraendo clienti a Huawei, è cresciuta del 34,9% nel terzo trimestre del 2020, assicurandosi una quota di mercato del 12,1% e, come detto, superando Apple.

Come detto, Apple ha venduto 40,5 milioni di unità nel terzo trimestre del 2020. “Un calo dello 0,6% rispetto al 2019″, dice Annette Zimmermann, vicepresidente della ricerca di Gartner. “La leggera diminuzione è stata principalmente dovuta al ritardo nella consegna da parte di Apple della sua nuova generazione di iPhone 2020, che negli anni precedenti era iniziata sempre a metà/fine settembre. Quest’anno, l’evento di lancio e l’inizio della distribuzione sono avvenuti quattro settimane dopo il solito”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA