Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L’ALLARME

Smartphone, il “paradosso” Google: “Giusto ogni tanto metterli da parte”

BigG analizza il fenomeno delle dipendenze con un post sul blog aziendale: “I telefonini riempiti di social network, e-mail e app creano un costante senso di obbligo e uno stress personale”. Intanto il 9 ottobre arriverà sul mercato il nuovo modello di Pixel

07 Set 2018

A. S.

Le persone hanno bisogno ogni tanto di staccarsi dai loro smartphone, che monopolizzano il tempo degli utenti e li inondano di notifiche durante tutto l’arco della giornata. A lanciare l’allarme con un post sul blog aziendale è Google, che con l’occasione spiega come sia possibile “disintossicarsi” dall’uso eccessivo dei telefonini pur senza perdere notifiche o alert che potrebbero essere importanti. Allo stesso tempo però la casa di Mountain View è pronta a lanciare un nuovo modello del proprio Pixel, che sarà presentato a San Francisco il 9 ottobre.

Il pretesto per analizzare le conseguenze dell’uso eccessivo degli smartphone è uno studio presentato nei giorni scorsi a Barcellona: “Sorprendentemente abbiamo trovato poche differenze tra le diverse culture, paesi, generi, età o tipo di dispositivo utilizzato- scrivono gli autori – si legge nel post – Gli smartphone riempiti di social media, e-mail e app creano un costante senso di obbligo, e uno stress personale”. Questo anche a causa del fatto che spesso le app sono pensate per coinvolgere gli utenti, oltre al fatto che i servizi di instant messaging spesso richiedono un monitoraggio costante.

Da qui nasce la cosiddetta “Fomo”, acronimo che sta per “fear of missing out”, la paura di perdersi qualcosa, che a volte gli utenti dovrebbero saper trasformare in Jomo, “Joy of missing out”.

Google annuncia tra l’altro le contromisure che ha preso per evitare la dipendenza da smartphone nei propri utenti, con la Digital Wellbeing Dashboard, uno strumento che è in grado tenere sotto controllo l’utilizzo che l’utente fa del proprio smartphone, avvertendolo quando registra eccessi. “Le persone vogliono poter mettere da parte lo smartphone ogni tanto senza preoccuparsi di perdere qualcosa di urgente e sentendosi comunque in controllo del dispositivo – conclude Google – Abbiamo la responsabilità di renderlo più facile”.

Quanto alla presentazione del nuovo Pixel, gli inviti sono già stati recapitati da Mountain View nelle scorse ore. Sulla nuova versione del device Google non ha finora dato anticipazioni, ma i blog specializzati hanno già diffuso rumors e immagini.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5