Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Smau 2011, riflettori puntati su cloud e tablet

L’edizione 2011 della fiera Ict si terrà a Fieramilanocity dal 19 al 21 ottobre. In programma workshop e laboratori. L’Ad Macola: “Un punto di riferimento per i player del settore”

20 Lug 2011

Smau torna a Milano. Da mercoledì 19 a venerdì 21 ottobre a
Fieramilanocity prenderà il via la 48ma edizione dell'
appuntamento dedicato all’Information & Communication Technology
in Italia. Ad accogliere gli oltre 50.000 visitatori professionali
attesi un calendario denso di appuntamenti, tra premi, workshop,
laboratori, contest e occasioni di networking, rivolte ai manager
delle imprese, ai funzionari delle Pubbliche Amministrazioni e agli
operatori del canale Ict. In tre giorni sarà possibile scoprire
tutte le ultime novità presentate dai maggiori player del comparto
e le tendenze in crescita nell’ambito dell’innovazione al
servizio del business, dal Cloud Computing alle opportunità
abilitate per il mondo business dai Tablet e dagli Smartphone di
ultima generazione.

“Terminato il nostro tour 2011 a Bari, Roma, Padova e Bologna –
sottolinea Pierantonio Macola, amministratore delegato di Smau –
emerge l’evidenza che sia in atto una rivoluzione nel mondo Ict
legata all’evoluzione delle moderne tecnologie che sta rendendo
sempre più facile e accessibile l’innovazione nelle imprese. Da
qui la nuova edizione milanese del Salone sarà fondamentale per
accompagnare i manager delle aziende utenti e il mondo degli
addetti ai lavori verso una corretta comprensione delle
opportunità abilitate dalle tecnologie digitali. E’ questa in
sintesi la ricetta di Smau Milano 2011: la suddivisione in Smau
Business e Smau Trade, con percorsi su misura per le imprese e le
pubbliche amministrazioni utilizzatrici di tecnologie da un lato e
gli operatori Ict dall’altro; la collaborazione con le più
prestigiose business school e società di consulenza, tra cui
School of Management del Politecnico di Milano, Sda Bocconi School
of Management, Gartner, con le associazioni di categoria e con
oltre 160 territoriali di Confindustria e Confcommercio, che
avranno il compito di suggerire ai propri associati i percorsi di
visita in fiera e i momenti di aggiornamento e formazione più
appropriati; tra le iniziative di rilievo il Premio Nazionale
Innovazione Ict, che anche quest’anno darà il via ufficialmente
a Smau con la consegna di un riconoscimento ai progetti di maggior
successo di imprese che hanno scommesso sull’innovazione
tecnologica per far crescere il proprio business; e ancora l’area
dei Percorsi dell’Innovazione, che ospiterà oltre 100 start up
provenienti da tutta Italia e le più innovative amministrazioni
regionali Italiane.“

“Accanto a queste attività consolidate – prosegue Macola –
abbiamo intenzione di presentare nuove iniziative che andranno ad
arricchire la già variegata offerta di contenuti rivolti al
pubblico professionale. Per dare un’anticipazione, sotto i
riflettori le tematiche del Cloud Computing e dei Tablet per il
business, entrambi focus portanti di quest’edizione, al centro
dell’offerta espositiva di alcuni tra i maggiori protagonisti del
settore. Tra i player del comparto impegnati sul Cloud Computing
tra gli altri Ibm che insieme ai suoi partner proporrà una serie
di soluzioni avanzate per far fronte alle nuove esigenze delle
imprese; ampio spazio sarà inoltre dedicato agli stati generali
delle Smart Cities, che attraverso eventi istituzionali e sessioni
dedicate vedrà istituzioni, operatori del settore, associazioni di
riferimento e pubbliche amministrazioni locali fare il punto sulle
best practice del mercato Italia, nella consapevolezza che le
opportunità legate a questo filone passino ancora una volta per
una via tutta italiana all’innovazione; non mancherà poi
un’area Internazionalizzazione, che fornirà attraverso sessioni
formative dedicate, tutti gli strumenti e le informazioni
indispensabili alle imprese del comparto che intendono espandere la
propria attività all’estero. Tra i progetti significativi per il
mondo del canale Ict in quel processo di cambiamento culturale
necessario per interpretare al meglio le esigenze del mercato,
posso anticipare l’Intel Technology Provider Program, che
offrirà agli addetti ai lavori un calendario esclusivo di momenti
di networking, formazione e aggiornamento, fino alla possibilità
di certificarsi in fiera divenendo ITP Expert, e il progetto di
Telecom Italia ‘IT – IS Information Technology di Impresa
Semplice’, il primo sistema distributivo di soluzioni IT e
servizi Web dedicato alle Piccole e Medie Imprese, che mira ad
ampliare la nuova rete di Consulenti IT sul territorio. Per la
prima volta Smau presenta inoltre in contemporanea a Milano, in
partnership con la società americana EJ Krause & Associates,
Expocomm, un evento nell’evento sui temi delle Telco dedicati
alle grandi e medie imprese italiane. In programma nei tre giorni
un calendario di conferenze di alto livello, alla presenza di
relatori nazionali e internazionali pronti ad affrontare i temi di
maggiore attualità del momento. “

Smau Business riunirà più di 250 aziende espositrici tra i
primattori del settore e il loro ecosistema di business partner,
proponendo agli oltre 25.000 manager attesi delle diverse funzioni
aziendali, non solo IT, ma anche Marketing e Vendite,
Amministrazione e Finanza, Logistica, Acquisti, Risorse Umane,
Progettisti, oltre 300 appuntamenti tra premi, workshop, sessioni
formative e laboratori sulle tematiche di maggiore attualità in
materia di moderne tecnologie per il business. Tra le tendenze di
quest’anno al centro dell’offerta formativa ed espositiva
saranno il Cloud Computing e i Tablet per il business, con un focus
specifico sui benefici abilitati da dispositivi, tecnologie e
servizi che rivoluzioneranno il nostro modo di lavorare. Ad
attendere i visitatori numerose novità di prodotto e un’area che
ospiterà i migliori sviluppatori di applicazioni per smartphone.
Tra i big dell’Ict presenti con focus sul Cloud vi è Ibm che,
anche quest'anno, insieme ai suoi partner proporrà una serie
di soluzioni avanzate per far fronte alle nuove esigenze delle
imprese: dalle proposte per la Business Intelligence e la Business
Analytics ai software per lo Smarter Commerce alle tecnologie e i
servizi per trarre il massimo dei vantaggi dagli ambienti cloud
computing.

I workshop in programma saranno appuntamenti gratuiti, della durata
di 50 minuti ciascuno, dedicati ai temi più attuali, tra cui,
oltre al cloud computing e alle soluzioni per la mobility, i
sistemi gestionali integrati, la business intelligence, i sistemi
di Crm, le soluzioni di gestione documentale, le Unified
Communication e Collaboration, l’information security, la
fatturazione elettronica, l’e-commerce, il marketing digitale e
molto altro. I workshop saranno tenuti in parte da docenti e
analisti indipendenti, in parte dagli stessi fornitori di soluzioni
tecnologiche che racconteranno casi di successo di imprese clienti
che hanno migliorato il proprio business attraverso le tecnologie
digitali.

La School of Management del Politecnico di Milano organizzerà
invece 4 laboratori con l’obiettivo di creare momenti di
apprendimento e di confronto riservati ai decisori di
organizzazioni pubbliche e private sugli ultimi trend in corso,
condividere i migliori casi di successo e fornire utili criteri di
misurazione del ritorno sull’investimento. Il Laboratorio
Fatturazione Elettronica, giunto alla sua seconda edizione
milanese, sarà l’occasione per scoprire le opportunità di
contenimento dei costi che tutte le organizzazioni coinvolte nel
ciclo della transazione – siano esse le aziende utenti, il mondo
bancario, i fornitori o la Pubblica Amministrazione –possono
ottenere con l’adozione di tale tecnologia. Verranno inoltre
analizzati gli ultimi dati disponibili che dimostrano come il
percorso di adozione della Fatturazione Elettronica sia ormai ben
avviato, poiché è utilizzata dal 50% delle Grandi Imprese.

Sono circa 60.000 le aziende che hanno una qualche esperienza di
dematerializzazione e/o gestione digitalizzata del ciclo
ordine-pagamento e i benefici all’intero Sistema Paese derivanti
dall’adozione di tale tecnologia variano da 7-8 Miliardi di
Euro/anno (per i modelli di Fatturazione Elettronica più
semplici), fino a circa 60 miliardi di euro/anno, nel caso in cui
vengano idealmente coinvolte tutte le fasi e i documenti del ciclo
ordine-pagamento . Il Laboratorio Cloud Computing & Ict as a
Service offrirà ai partecipanti l’opportunità di comprendere le
opportunità, i modelli di adozione, e l’impatto sulla propria
azienda derivanti dall’introduzione di modelli di Cloud e Ict as
a Service che rappresentano non più l’ennesima moda, ma la
chiave di volta per migliorare la competitività e la capacità di
innovazione nel nostro Paese. Tale tecnologia è infatti
considerata dal 66% dei Cio un trend rilevante per l’informatica
aziendale, mentre per il 12% è “la nuova rivoluzione che
cambierà il modo di fare IT”.

Il Laboratorio Unified Communication & Collaboration (UCC) si pone
l’obiettivo di creare un momento fortemente interattivo di
confronto e apprendimento su una delle poche tecnologie che ha
visto crescere gli investimenti in quest’ultimo anno. Grazie a un
costo di implementazione relativamente basso e alla capacità di
contribuire in tempi brevi alla riduzione di costi quali spese
telefoniche, di comunicazione e di viaggi e trasferte, gli
strumenti e le tecnologie di Unified Communication & Collaboration
si sono diffuse rapidamente raggiungendo una presenza capillare
nelle imprese italiane di medie e grandi dimensioni. Il Laboratorio
Progettazione offrirà spunti preziosi per le imprese per riuscire
a realizzare prodotti innovativi, di qualità, a basso costo, prima
e meglio dei competitor fornendo ai team di progettazione
indicazioni sulle metodologie da utilizzare per gestire processi di
sviluppo complessi, coniugando efficacia, efficienza e velocità,
assicurando la cooperazione tra i numerosi attori coinvolti nella
generazione di innovazione.

Prosegue, dopo l’esperienza positiva di Smau Business Roadshow
2011, anche quest'anno la collaborazione con Sda Bocconi School
of Management. La prestigiosa business school approda in Smau
Milano proponendo due appuntamenti esclusivi che affronteranno temi
di massima rilevanza come la Business Intelligence e la gestione
dei processi IT e il Project Management. Al termine degli incontri
di due ore ciascuno i partecipanti riceveranno un attestato Sda
Bocconi.

Le arene saranno spazi semi aperti all’interno dei padiglioni di
Smau in cui si susseguiranno incontri no-stop a cura dei massimi
esperti in materia sulle tendenze emergenti nell’ambito del
marketing digitale e dell’e-commerce e nell’ambito del retail.
Interamente dedicata a tutti coloro che vorranno apprendere i
segreti per fare business attraverso i social media e il web 2.0,
l’Arena Marketing Trends prenderà in considerazione le
opportunità offerte da tutti i nuovi strumenti di comunicazione e
marketing: dai social media, ai motori di ricerca, dal viral
marketing alla lettura delle Analytics, dal guerriglia marketing al
web squared. Per chi lavora nel campo del commercio e della grande
distribuzione, da non perdere gli appuntamenti dell’Arena Retail
che forniranno utili strumenti di aggiornamento su tematiche quali
la gestione del magazzino attraverso l’RFId, le applicazioni
mobile per la gestione degli ordini, i sistemi di pagamento
elettronico, ecc..

Smau Trade sarà un momento di incontro per gli addetti ai lavori
dell’ICT Community, quest’anno ancora più ricco di contenuti,
contest e occasioni di networking tra i grandi fornitori di
tecnologia e i distributori, il mondo dei rivenditori hardware e
software, i Var, gli Isv, i System Integrator partecipanti.
L’evento richiamerà oltre 20.000 operatori e prevederà
iniziative rivolte in parte agli operatori del canale distributivo
Ict ed in parte a chi si occupa di realizzare, integrare e
personalizzare i software applicativi.

Ad entrambi si rivolge, tra le novità presenti in fiera, il
Programma IT – IS (Information Technology Impresa Semplice) di
Telecom Italia, il primo sistema distributivo di Soluzioni IT e
Servizi Web dedicato alle PMI, volto a favorirne lo sviluppo e la
competitività supportandole nell’adozione di tecnologie
innovative quali il Cloud Computing. Telecom Italia sarà presente
a Smau per illustrare il Programma IT – IS e per ampliare
ulteriormente la propria rete di Agenzie e Consulenti IT che,
dall’avvio a marzo di quest’anno, ha già superato diverse
centinaia di affiliazioni.

Un altro player che si rivolgerà al mondo del canale è Intel che,
attraverso il suo Intel Technology Provider Program, proporrà
sessioni di training dedicate agli addetti ai lavori con un
calendario di momenti di formazione e aggiornamento che avrà
l’obiettivo di accompagnare il mondo del canale in
quell’evoluzione indispensabile oggi per interpretare al meglio
le esigenze del mercato delle imprese e pubbliche
amministrazioni.

Interamente rivolta agli operatori del comparto l’Area
Internazionalizzazione, che offrirà a coloro che hanno avviato o
intendono avviare progetti di business all’estero occasioni di
matching e momenti di formazione e informazione per ricevere
indicazioni utili e consigli pratici riguardo ai mercati a più
elevato potenziale e alle case history di maggior interesse di
imprenditori che hanno ampliato il proprio business oltre confine
con successo.

Da non perdere, inoltre, la terza edizione dell’Osservatorio Smau
Trade realizzato in collaborazione con la School of Management del
Politecnico di Milano che offrirà quest’anno un approfondimento
sui cambiamenti in atto conseguenti allo sviluppo del Cloud
Computing, prendendo in esame i nuovi attori sul mercato, le
fusioni e le partnership per l’erogazione dei servizi IT e i
modelli di business emergenti.

Smau 2011 si aprirà nella mattinata di mercoledì 19 ottobre con
il Premio Nazionale Innovazione Ict, il riconoscimento che verrà
consegnato alle imprese e pubbliche amministrazioni di tutta Italia
che hanno migliorato il proprio business con le tecnologie
digitali. Le aziende e le Pubbliche Amministrazioni che hanno
sviluppato progetti innovativi in quest’ambito possono presentare
la propria candidatura sin da oggi sul sito www.smau.it. A cornice
dell’evento i principali protagonisti dell’industria ICT e
delle Pubbliche Amministrazioni Italiane si confronteranno sul tema
dell’Innovazione Tecnologica nel nostro Paese e sulle sfide che
il Sistema Italia si trova ad affrontare nel prossimo quinquennio.
In programma anche quest’anno poi Premi specifici per le diverse
funzioni aziendali delle imprese italiane, organizzati in
collaborazione con le principali associazioni di settore, che
valorizzeranno i migliori casi di adozione di tecnologie digitali
sviluppati all’interno di imprese e PA nell’ambito di funzioni
aziendali non IT: dal Marketing e Vendite alle Risorse Umane, dalle
Operation alla Logistica e Supply Chain, dagli Acquisti alla
Progettazione fino all’Amministrazione e Finanza.

Area cult da diversi anni, Percorsi dell’Innovazione ospiterà
oltre 100 giovani imprese italiane, espressione della genialità e
della capacità imprenditoriale italiana, che racconteranno ai
visitatori di Smau le proprie idee di business alla ricerca di
possibili finanziatori. Accanto alle start up cresce l’area
dedicata agli Assessorati alle Attività Produttive e Innovazione
tecnologica delle principali Regioni Italiane, che risultano essere
nella recente evoluzione del sistema produttivo italiano attori
fondamentali per lo sviluppo delle piccole e medie imprese nei
rispettivi territori. Le Amministrazioni regionali saranno presenti
in fiera con il proprio ecosistema di attori (distretti,
incubatori, poli tecnologici e scientifici, …) al fine di
illustrare ai visitatori presenti le iniziative messe in atto a
supporto delle imprese, della valorizzazione della ricerca
scientifica e della crescita delle start up.

Il tema delle Smart Cities – ambito destinato ad essere sempre più
strategico nei prossimi 10 anni e che implica l’uso intelligente
delle risorse e delle tecnologie disponibili – non è più fiore
all’occhiello di amministrazioni locali lungimiranti e con
disponibilità di fondi ma è diventato uno strumento e
un’opportunità per conseguire obiettivi concreti e legati ai
molti aspetti della vita urbana quotidiana. Il progetto si
declinerà su tre filoni che hanno come ‘fil rouge’ la
consapevolezza che modelli virtuosi di smart cities in Italia
possono essere solo in parte ispirati alle altre realtà europee o
mondiali, dovranno invece tenere ben presenti le peculiarità e
caratteristiche del nostro sistema territoriale ed economico. ll
primo filone sarà quello delle progettualità evolute, ovvero
innovative formule di alleanze e aggregazione tra i diversi attori
applicabili alle realtà italiane, con un focus sulle possibili
fonti di finanziamento dei comuni e le potenzialità delle
partnership tra pubblico e privato; il secondo filone sarà
dedicato agli esempi di successo già realizzati in Italia; il
terzo si concentrerà invece sulla questione delle Smart Grid.
Coerentemente col format Smau questo progetto sarà declinato in
fiera con momenti formativi e informativi ed esempi concreti
rivolti al pubblico business. Il tema delle Smart Cities
accompagnerà Smau anche in tutto il Roadshow 2012.

Per la prima volta, infine, Smau presenta in contemporanea a
Milano, in partnership con la società americana EJ Krause &
Associates, Expocomm, un evento nell’evento sui temi delle Telco
dedicati alle grandi e medie imprese italiane. In programma nei tre
giorni un calendario di conferenze di alto livello, alla presenza
di relatori nazionali e internazionali pronti ad affrontare i temi
di maggiore attualità del momento. La partnership con Expocomm si
declinerà nell’appuntamento di Smau Milano ad ottobre e di Smau
Roma 2012 a inizio marzo.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link