Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

LA SOLUZIONE

Software defined networks, ora la banda è “on demand” in real time

Bt lancia il servizio “Bandwidth on demand” che dà alle aziende la possibilità di adeguare in tempo reale la larghezza di banda alle loro esigenze di business. Keith Langridge: “Offriamo ai nostri clienti globali più agilità e controllo dove ne hanno più bisogno, supportandoli nel loro percorso di trasformazione digitale”

15 Set 2017

A.S.

Dimensionare la larghezza di banda della rete in tempo reale, con estrema flessibilità rispetto alle esigenze delle aziende globali, migliorando così il controllo dei costi di rete complessivi. E’ l’obiettivo del servizio “Bandwidth on Demand”, annunciato oggi da BT, dopo i trial live conclusi con successo con una primaria azienda petrolchimica globale.

La banda on demand, si legge in una nota ai BT, sarà una caratteristica di BT IP Connect Global, il servizio di rete Wan (Wide Area Network) disponibile in 198 paesi e territori e risponde alle esigenze dei clienti che hanno temporanea necessità di banda extra.

“Piuttosto che sovradimensionare la propria rete per soddisfare i picchi di domanda, i clienti possono ora utilizzare il nuovo servizio per allineare il dimensionamento delle reti ai requisiti di business, in rapida evoluzione – sottolinea BT – I clienti possono quindi utilizzare ‘Bandwidth on Demand’ per aumentare in tempo reale, quando necessario e per il periodo di tempo richiesto, la larghezza di banda. Ciò garantisce loro una maggiore flessibilità operativa ed un più rigoroso controllo dei costi”.

Solo per fare un esempio, il team IT di un’azienda può aumentare temporaneamente la larghezza di banda per migliorare la qualità video durante un webcast interno, o – nel retail – la flessibilità di banda può contribuire a gestire i periodi di picco degli acquisti, come ad esempio il Natale o le date “dello shopping”.

La nuova funzionalità è gestita tramite il portale di self-service online di BT, con le variazioni di banda che possono essere effettuate immediatamente o pianificate fino con un anno di anticipo. Il servizio Bandwidth on Demand può essere richiesto dai clienti di IP Connect Global che hanno dispositivi di rete on-site gestiti da BT e che inoltre dispongono di infrastruttura di accesso in grado di fornire la larghezza di banda di picco on demand.

Bandwidth on demand è un ottimo esempio di come offriamo ai nostri clienti globali più agilità e controllo nelle aree in cui ne hanno più bisogno, supportandoli nel loro percorso di trasformazione digitale – afferma Keith Langridge (nella foto), vice president Network services di BT – La nuova funzionalità fa parte del nostro programma Dynamic Network Services, che sfrutta le ultime tecnologie Sdn (software-defined networking) e Nfv (network functions virtualisation) per fornire soluzioni di rete più flessibili ed efficienti. Attraverso questo programma stiamo realizzando l’ennesima nuova capability globale in grado di aiutare i clienti a soddisfare le loro esigenze di connettività”.