IL DEAL

Software, l’Antitrust Ue apre dossier sull’acquisizione di Figma da parte di Adobe

La proposta da 20 miliardi di dollari per “inglobare” la piattaforma di design collaborativo ha messo in allarme la Commissione Ue che punta a verificare gli impatti dell’operazione. Si temono rischi per la concorrenza a livello globale nel mercato degli strumenti di progettazione di prodotti interattivi

Pubblicato il 08 Ago 2023

vestager

L’Antitrust europeo ha avviato un’indagine approfondita per valutare, ai sensi del regolamento Ue sulle concentrazioni, la proposta di acquisizione di Figma da parte di Adobe per 20 miliardi di dollari. “La Commissione”, si legge in una nota, “teme che la transazione possa ridurre la concorrenza nei mercati globali della fornitura di software per la progettazione interattiva di prodotti e di strumenti per la creazione di risorse digitali“.

Adobe, come tutti sanno, è una società di software globale che offre, tra l’altro, strumenti software di progettazione creativa (per esempio, Illustrator e Photoshop) e uno strumento di progettazione interattiva di prodotti (Adobe Xd). Figma è un fornitore di uno strumento collaborativo basato sul web per la progettazione interattiva di prodotti e di uno strumento di whiteboarding.

Le preoccupazioni sui possibili squilibri di mercato

L’indagine preliminare della Commissione indica come accennato che l’operazione potrebbe consentire ad Adobe di restringere la concorrenza sui mercati mondiali della fornitura di strumenti interattivi per la progettazione di prodotti. Le motivazioni a supporto della tesi tengono conto del fatto che Figma è il chiaro leader di mercato e Adobe uno dei suoi maggiori concorrenti. Per Bruxelles, d’altra parte, è molto improbabile ingresso tempestivo e credibile di altri operatori sul mercato.

L’operazione potrebbe inoltre eliminare l’attuale influenza di Figma sugli strumenti per la creazione di risorse digitali di Adobe e impedire la potenziale crescita di Figma come concorrente effettivo degli strumenti per la creazione di risorse digitali. Inoltre, la Commissione indagherà ulteriormente se l’operazione possa precludere i fornitori rivali di strumenti di progettazione di prodotti interattivi, abbinando Figma alla suite Creative Cloud di Adobe.

Via all’indagine approfondita della Commissione

La Commissione ha collaborato strettamente con le altre autorità garanti della concorrenza durante l’indagine iniziale e continuerà a farlo durante l’indagine approfondita che sta partire, che analizzerà gli effetti del deal per determinare se le sue preoccupazioni iniziali in materia di concorrenza sono confermate.

“Adobe e Figma sono due fornitori leader di software per la comunità digitale dei creativi (….) vogliamo assicurarci che questi utenti continuino ad avere accesso a una vasta gamma di strumenti creativi tra cui scegliere” ha dichiarato la commissaria Margrethe Vestager.

La transazione proposta, annunciata da Adobe lo scorso settembre, è stata notificata alla Commissione il 30 giugno 2023. La Commissione ha ora 90 giorni lavorativi, fino al 14 dicembre 2023, per prendere una decisione.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5