Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Sony accentra i poteri: Stringer Ad e presidente

05 Mar 2009

Per la prima volta un “gaijin”, uno straniero prende pieni
poteri al vertice di una multinazionale giapponese. Howard
Stringer, attuale Amministratore delegato della Sony assume anche
le funzioni di presidente con controllo diretto sulla divisione
elettronica. L’attuale presidente, Ryoji Chubachi, diventa vice
presidente. La riorganizzazione interna arriva un mese dopo che
Sony ha dichiarato una perdita operativa annuale record di 260
miliardi di yen ( circa 2,7 miliardi di dollari) per l’anno che
va fino al 31 marzo, a causa del calo della domanda e del rialzo
dello yen.
“Questa riorganizzazione è stata progettata per trasformare Sony
in una società globale più innovativa, integrata e agile”,
afferma deciso Stringer. Il nuovo presidente-Ad ha in mente una
strategia ben precisa per far uscire la società dal pantano delle
crisi. Il piano pensato dai vertici della Sony prevede la creazione
della nuova divisione “Prodotti e servizi di rete” che si
occuperà di console per videogiochi, Pc, prodotti di telefonia
mobile, lettori di musica e avrà il compito di sviluppare una
piattaforma di software comuni. “I clienti vogliono prodotti
multifunzionali collegati e chiedono che i relativi servizi
utilizzino tecnologie aperte”, spiega ancora Stringer.
Un’altra divisione ad hoc, infine, si occuperà di televisori,
fotocamere digitali, videocamere e periferiche, nonché di
apparecchiature audio.