Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Sony in rosso. Giù le stime per il 2011

Il fatturato crolla del 9% e l’azienda va in perdita. Pesa il rafforzamento dello yen sui mercati valutari e la concorrenza di Samsung

02 Nov 2011

Trimestre in perdita per Sony. Nel secondo trimestre il big
giapponese dell’elettronica ha registrato ricavi per 1575,0
miliardi di yen, in flessione del 9,1% rispetto al fatturato
registrato nello stesso periodo dell'esercizio precedente
(1733,2 miliardi di yen).
Il gruppo ha inoltre evidenziato una perdita netta pari a 27
miliardi di yen (26,88 dollari per azione) rispetto al profitto del
secondo trimestre 2010 (31,1 miliardi di yen, 31,0 yen per
azione).

Sony ha deciso di rivedere al ribasso le stime sui risultati 2011 a
causa del rafforzamento dello yen sui mercati valutari, della
competizione aggressiva di Samsung e delle recenti inondazioni in
Thailandia. Gli esperti dell'azienda nipponica attendono una
perdita annuale pari a 90 miliardi di yen (precedente lettura utile
pari a 60 miliardi di yen) e un fatturato pari a 6500 miliardi
(precedente previsione 7200 miliardi). Si profila infine un crollo
del 90% dell'utile operativo, ai minimi da tre anni. Nella sola
divisione tv è attesa una perdita operativa di 175 miliardi di
yen.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link