Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Soru rilancia su Istella, il “motore di ricerca tutto italiano”

L’eurodeputato fondatore di Tiscali: “Un modello di business nazionale che siamo convinti possa esistere e servire al nostro Paese. Gli utenti potranno contribuire a creare una libreria digitale dei saperi italiani”

22 Ott 2015

A.S.

“Un motore di ricerca tutto italiano, un modello di business nazionale che siamo convinti possa esistere e servire al nostro Paese”. Così Renato Soru, fondatore di Tiscali ed eurodeputato, ha presentato durante il festival Eurovisioni il suo nuovo progetto di archiviazione e condivisione dati in ambiente digitale di Istella.

Istella, ha spiegato Soru, funzionerà come Google ma “con una fondamentale differenza”: gli utenti infatti si potranno iscrivere “e contribuire a creare una libreria digitale dei saperi italiani”.

Quello proposto dal motore di ricerca, dunque, è un modello che si propone di difendere l’eccezione culturale in ambito europeo: “Sembra che il mondo digitale per sua natura si opponga alla diversità culturale, proprio perché favorisce i grandi player. Basti pensare a Google che da solo in Europa ha il 98% di quota di mercato. Ma con Istella ogni utente può contribuire a sistematizzare e diffondere il patrimonio nazionale condividendo anche i propri contenuti”.

Articolo 1 di 5