Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL TREND

Spesa record per Apple in R&S: “Scommettiamo sul futuro”

Nel trimestre chiuso a giugno l’azienda ha investito 4,2 miliardi di dollari. Il Cfo Luca Maestri: “In cantiere tecnologie chiave con ricadute strategiche a lungo termine”

05 Ago 2019

L. O.

Record storico per gli investimenti Apple in ricerca e sviluppo. Nel trimestre chiuso a giugno l’azienda ha speso in R&S 4,2 miliardi di dollari, il 7,9% delle entrate: la cifra più alta mai investita dal 2003, quando ancora si concentrava su iPod e Mac. Da qui alla fine dell’anno metterà sul piatto complessivamente 16 miliardi.

Una strategia decollata all’indomani della crisi di vendite dell’iPhone (le entrate dell’ultimo trimestre sono diminuite del 12% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso) e che si profila come una “apertura di cantiere” per tecnologie chiave destinate a dispositivi non ancora realizzati.

La conferma della strategia arriva dal Cfo Luca Maestri: “Puntiamo a migliorare l’esperienza dell’utente e a differenziare i nostri prodotti e servizi sul mercato. Consideriamo strategici alcuni tipi di investimento che avranno ricadute a lungo termine”. Apple sta puntando all’acquisizione da 1 miliardo di dollari della divisione modem di Intel e dei relativi 2mila dipendenti.

Storicamente l’azienda non è fra i big spender in R&S rispetto alle altre grandi aziende tecnologiche. Nel trimestre chiuso a giugno Microsoft ha investito il 13,4% delle entrate in ricerca e sviluppo e Google il 15,7%.

L’azienda guidata da Tim Cook sta però portando avanti un piano di “centralizzazione” dello sviluppo di tecnologie alla base dei propri prodotti. Il processore interno all’iPhone viene prodotto internamente e non all’esterno. Inoltre ha sviluppato il proprio chip wireless Bluetooth, tecnologia chiave alla base degli AirPods dell’azienda, ora una parte importante del motore di crescita di Apple, i dispositivi indossabili.

Inoltre sta lavorando al “Progetto Titan” su tecnologie per le self driving car e l’augmented reality.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

L
luca maestri

Aziende

A
apple

Approfondimenti

R
R&S

Articolo 1 di 3