IL CONTEST

Startup al femminile, parte la nuova edizione del WomenX Impact

Si punta a favorire le opportunità di sviluppo e crescita di aziende fondate da donne o nel cui board sia presente almeno una donna. In campo anche Eni. Candidature aperte fino al 15 ottobre

27 Set 2022

Lorenzo Forlani

36_cena_19112021_WxI_2021_VP__H9A3335
Sta per partire un’altra edizione del WomenX Impact Summit, il più atteso evento internazionale dell’anno dedicato alla leadership femminile, che in questo 2022 sarà focalizzato sull’innovazione e l’imprenditoria. Una nuova Startup Competition, in partnership con il main Sponsor Eni, e grazie al supporto di Feedel Ventures, InnovUp e Angels4Womenper favorire le opportunità di sviluppo e crescita alle Startup fondate da donne, o nel cui Board sia presente almeno una donna. Le candidature possono essere inviate direttamente sul sito di WomenX Impact entro e non oltre il 15 ottobre, compilando il form dedicato: https:/ growencegroup.typeform.com/to/FMfZrKuu?typeform-source=www.womenximpact.com.

Le regole per partecipare

Per poter partecipare al concorso è necessario che la startup sia una realtà già costituita con un prodotto o servizio già in fase di commercializzazione, o che lo sarà entro i prossimi sei mesi. Inoltre, la startup deve appartenere a una delle seguenti categorie: Lifestyle (Fashiontech, Traveltech, Foodtech, Designtech, Influencer Marketing), Sustainable & Circular, Education, Health & Fitness e infine, Fintech & Insurtech.

Le partecipanti avranno la possibilità di entrare in contatto con una giuria prestigiosa, consolidando il proprio network e aumentando le possibilità di trovare investitori e raccontare la loro realtà ad un pubblico internazionale. Le cinque startup finaliste avranno inoltre, l’opportunità di fare il loro pitch, presentando il loro progetto sul palco di WomenX Impact 2022.

I premi in palio

Grazie al coinvolgimento del main Sponsor Eni, ed alla partnership con Feedel Ventures, InnovUp e Angels4Women, le idee più innovative otterranno premi importanti per favorire la loro crescita. La start up vincitrice otterrà Il premio speciale Eni che darà accesso alla community di Joule, la Scuola di Eni per l’Impresa, un ecosistema di startup, esperti di settore, docenti e partner. 

Il premio darà la possibilità di partecipare a uno dei laboratori formativi offerti da Joule e in collaborazione con le Business School partner. Questa esperienza permetterà di acquisire competenze e sperimentare metodologie innovative per lo sviluppo di startup sostenibili, incontrare i mentor e gli esperti di Eni specializzati sugli aspetti più strategici e di crescita delle startup. Il premio speciale Feedel Ventures include invece 6 mesi di programma nello startup studio Feedel Ventures, valutato in 75.000 euro tra investimento nella startup, rimborso spese per l’imprenditrice e servizi dello studio, accesso al network e rete di servizi di Feedel Ventures. Infine, il premio speciale InnovUp regalerà alla vincitrice l’adesione gratuita a InnovUp per 12 mesi nella categoria Scaleup e nella categoria Startup Seed.

La composizione della giuria

La giuria sarà composta da Domenica Surace, Head of Impact Assessment, Monitoring & Reporting di Joule, la Scuola di Eni per l’Impresa, Valentina Raule, Startup Acceleration Specialist di Joule, la Scuola di Eni per l’Impresa, Luca Pignatti, Founder di Feedel Ventures, Vittorio Martinelli, Managing Director & MSD Division Manager di Olympus e Mattia Farci, HR Business Partner & Communication Manager di Olympus, Valentina Casella, Partner, Casella e Associati, Jacqueline Ruedin-Rüsch, Founding General Manager, Privilege Ventures, Cristina Angelillo, CEO & Co-Founder Marshmallow Games Presidente, InnovUp, Alec Ross, Distinguished Visiting Professor, Bologna Business School e Victoria Citterio – Soelle, Partnership & Ecosystem Lead di Feedel Ventures, Managing Director of Sölle Homes.

La valorizzazione dell’imprenditoria femminile è particolarmente importante per WomenX Impact, dal momento che gli ultimi dati mettono in luce una situazione difficile per le donne imprenditrici. Infatti, nel 2022 in Italia soltanto un’attività imprenditoriale su sei è guidata da una donna.

 

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3