MISE

Startup innovative in aumento, in tre mesi 500 debuttanti

Mise: sono 4.704 a oggi le aziende iscritte al Registro delle imprese. I servizi alle società continuano ad essere il settore preferito (72%), mentre nella sola provincia di Milano sono attive quasi 700 startup

19 Ott 2015

Andrea Frollà

Aumenta la lista delle startup innovative iscritte alla speciale sezione del Registro delle Imprese. Lo ha reso noto il Ministero dello Sviluppo Economico, comunicando l’aggiornamento al terzo trimestre dell’anno in corso. Ad oggi le iscrizioni sono 4.704, ovvero l’11,8% – circa 500 – in più rispetto a giugno, con un capitale sociale totale di circa 236 milioni di euro (poco più di 50mila euro ad azienda).

A livello geografico, l’ecosistema preferito dalle nuove aziende è la Lombardia, dove operano poco più di mille imprese. Di queste 680 sono concentrate nella sola provincia di Milano, inseguita da Roma (389), Torino (246), Napoli (143) e Bologna (142). Da notare infine che quattro startup innovative su dieci sono a prevalenza giovanile, mentre quelle “rosa” in cui operano soprattutto donne hanno raggiunto quota 611.

Rispetto ai settori di attività, confermata la leadership dei servizi alle imprese (72,3%) concentrati principalmente nella produzione software, nella consulenza informatica e nel trio ricerca-sviluppo-servizi per l’informazione. Segue la produzione industriale e il commercio, che occupano rispettivamente il 18,8 e il 4,2% delle startup iscritte.

21 luglio ore 10.30
Ascolta Federico Frattini sul futuro della Smart Energy!Partecipa al live streaming Innovation2live

Recentemente, il governo ha previsto nella Legge di Stabilità 2015 due interventi proprio a sostengo delle startup innovative: l’Iva al 5% per cinque anni e l’aumento della franchigia di deduzione Irap da 10.500 a 13 mila euro.