Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Stefano Frascari va alla presidenza

19 Mar 2014

Stefano Frascari è il nuovo presidente di ReteICT, l’aggregazione di imprese del settore Information & Communication Technology che, con un fatturato globale di 140 milioni di euro e oltre 1.000 addetti, è diventata un punto di riferimento per chi punta all’innovazione dei propri sistemi informativi e di telecomunicazione. ReteICT, promossa da Unindustria Bologna, ha infatti rinnovato i propri vertici eleggendo all’unanimità alla presidenza Stefano Frascari di Centro Software.

Con un fatturato aggregato di 140 milioni di euro e oltre un migliaio di addetti, l’Associazione è oggi un punto di riferimento unico per tutte le imprese che intendono intraprendere percorsi di innovazione della propria organizzazione e dei propri sistemi informativi. La piattaforma di prodotti e servizi che la Rete può mettere a disposizione delle imprese copre infatti tutte le esigenze nel campo dei software applicativi, delle tecnologie e delle telecomunicazioni.

Sotto la guida del nuovo presidente, e con il contributo di tutte le aziende associate, ReteICT ha deciso di incrementare ancora di più i propri sforzi per migliorare i processi delle imprese italiane e incrementarne la capacità competitiva.

E proprio per fornire un primo aiuto concreto e immediato alle imprese, ReteICT ha già sviluppato un semplice portale di autovalutazione gratuita, www.checkupimpresa.it, grazie al quale ogni azienda può liberamente e immediatamente verificare il livello di efficienza dei propri sistemi informatici e soprattutto evidenziarne i punti di criticità.

“L’innovazione è indispensabile. Ancora oggi in molte aziende – ha affermato il neo presidente Frascari – un sistema informatico inadeguato fa molti più danni, in termini di disservizi, ritardi e mancanza di informazioni, di quanto possano fare gli aumenti dei prezzi delle materie prime o l’inefficienza di macchinari. ReteICT, con le soluzioni e i servizi messi a disposizione dai propri associati, si propone di aiutare le imprese a uscire più rapidamente dalla crisi incrementando competitività ed efficienza”. Infine ha confermato che le linee strategiche per il biennio 2014-2015 si focalizzeranno su 3 aree di intervento: rapporto diretto con le imprese, verso le quali ReteICT si propone come broker o interlocutore unico, rapporti con società pubbliche e università, internazionalizzazione.

Articolo 1 di 5