Stellup, al debutto la app che connette gli "alumni" - CorCom

STARTUP

Stellup, al debutto la app che connette gli “alumni”

Ideata dal pugliese trapiantato in California, Vincenzo Belpiede, l’applicazione è un incrocio tra Tinder, Linkedin e Facebook e mette in contatto ex studenti della stessa università e persone che hanno lavorato nella stessa azienda

14 Ago 2015

F.Me.

Mettere in contatto ex studenti della stessa università o persone che lavorano, o hanno lavorato, nella stessa aziende È questo l’obiettivo di Stellup, la app ideata ideata da Vincenzo Belpiede, pugliese giramondo residente in California, incrocio tra Tinder, LinkedIn e Facebook. Belpiede ha lanciato il 10 agosto una campagna di crowdfunding su Indiegogo http://igg.me/at/stellup , non solo con l’obiettivo di raccogliere 25,000 dollari in contributi, ma soprattutto per creare un primo gruppo di utenti appassionati come noi al prodotto che stiamo sviluppando. Solo nel primo giorno sono stati raccolti 4mila dollari.

Belpiede, 31 anni, è nato a Cerignola, ha poi frequentato il liceo americano a Roma (St. Stephen’s School), l’università Bocconi a Milano, ha studiato o frequentato stage a Città del Messico, in Finlandia (master Cems), a Belgrado e Ginevra. Nel 2007 ha iniziato a lavorare in Finlandia per la Nokia, e poi si è spostato (sempre per l’allora multinazionale finlandese) tra Germania, Pechino e California, dove è rimasto a vivere.

La prima fase di inviti è già partita, ma si può anche chiedere l’iscrizione sul sito, indicando la propria università (e chiedendo di aprire un gruppo dedicato all’istituzione). Tra gli istituti che saranno coinvolti ci sono la London School of Economics e la Pompeu Fabra di Barcellona. Il gruppo è completato da suo fratello Giuseppe Belpiede, 26 anni (studi a Roma, Milano, Londra, Barcellona e San Paolo in Brasile, ha lavorato per Rocket Internet a San Paolo, San Francisco, Città del Messico e Bogotà), e dai serbi Mladjan Antic, sviluppatore, 26, e Filip Zrnzevic, 34 anni, designer. La campagna su Indiegogo ha l’obiettivo di raccogliere 25 mila dollari, che serviranno per realizzare l’app per iOS, e di creare un primo gruppo di utenti. I passi successivi saranno l’applicazione per iWatch e Android. La versione beta sarà pronta per settembre.

Argomenti trattati

Approfondimenti

S
stellup

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link